ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSicurezza stradale

Monopattini, stretta in arrivo: limite di velocità a 20 km/h

Il ministro Salvini: «Stiamo lavorando perché alcuni mezzi a due ruote come i monopattini, che troppo spesso sfrecciano senza regole, limiti e controlli ovunque, raggiungendo anche velocità elevate e pericolose, non possano più essere venduti e acquistati»

Dott e Legambiente lanciano il primo Vademecum per monopattini

2' di lettura

Nuovo capitolo nella “crociata” del vicepremier e ministro dei trasporti Matteo Salvini contro i monopattini. Plaudono, con alcuni distinguo, le associazioni dei consumatori molto critico invece Angelo Bonelli (Verdi-Sinistra) mentre il sindaco di Firenze Dario Nardella richiama l’attenzione sul modello di gestione attuato dalla sua città. Bene, secondo Assosharing, la stretta sui mezzi privati annunciata dal ministro. Stretta che chi noleggia i monopattini già deve rispettare (20 km orari).

Stop vendita e acquisto

«Stiamo lavorando - spiega Salvini - perché alcuni mezzi a due ruote come i monopattini, che troppo spesso sfrecciano senza regole, limiti e controlli ovunque, raggiungendo anche velocità elevate e pericolose, non possano più essere venduti e acquistati. Il limite di 20 km orari a cui viaggiano i monopattini a noleggio, dovrà essere il massimo di velocità oltre il quale non si possano più vendere o acquistare. Troppi incidenti sulle strade italiane, troppi morti e troppi feriti, soprattutto fra i più giovani».

Loading...

La revisione del codice della strada

Si lavora dunque ad una revisione del Codice della Strada “puntando su educazione, prevenzione e sanzione”. Sul fronte dei monopattini “insieme ad un controllo sulla velocità, sono in corso approfondimenti sui temi del casco, dell’immatricolazione e della targa. La sicurezza viene prima del business”. L’idea del casco obbligatorio piace al Codacons che chiede di “disporre il divieto di utilizzo dei monopattini per i minori, rendere il casco obbligatorio per tutti gli utenti che guidano tale mezzo di locomozione indipendentemente dall’età, introdurre l’obbligo di targa e copertura assicurativa al pari di ciclomotori e automobili e l’installazione di limitatori di velocità e strumenti in grado di bloccare automaticamente il mezzo quando vi si sale in due persone. Ma, soprattutto, serve incrementare i controlli delle forze dell’ordine”.

Firenze in prima linea

Bene le ipotesi di Salvini anche secondo Consumerismo che, come nel caso di Milano, chiede di “affrontare il nodo della velocità eccessiva di tutti i veicoli che nei centri urbani”. Il sindaco di Firenze spiega: “Siamo stati i primi a porre con forza e in modo concreto il tema della sicurezza attraverso le ordinanze sulla obbligatorietà del casco che purtroppo sono state annullate dal Tar per assenza di una norma statale. Abbiamo introdotto l’affidamento dei servizi di sharing a società che hanno realizzato veicoli con portacasco incorporato”.

Limite già previsto per i monopattini in sharing

Molto critico Bonelli che ricorda gli ultimi dati sugli incidenti: “nel primo semestre 2022 i feriti sono stati 108.996 (+25,7 per cento) e, purtroppo, i morti 1.450 (+15,3%). Come sempre, - puntualizza - a Salvini, viene mostrata la luna e lui parla del dito, perché pur di comparire si trasforma in una macchietta. Pensi ai morti in strada”. Infine Assosharing evidenzia come “per i monopattini in sharing è già in vigore il limite di 20 km/h. Grazie a questa soglia si registrano 2,07 incidenti ogni 100 mila km percorsi con monopattini in sharing e 5,01 ogni 100 mila spostamenti”.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti