Novità

Montagna, a Bolzano la laurea in Scienze enogastronomiche

Collaborazione stellata. Il corso è realizzato in collaborazione con Mo-Food, holding dello chef tre stelle Michelin Norbert Niederkofler

2' di lettura

È il primo corso di laurea in Scienze enogastronomiche di montagna e nasce nell’ambito di NOI Techpark, l’hub dell’innovazione dell’Alto Adige. Il corso, afferente alla Facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano, sarà realizzato in collaborazione con Mo-Food, holding dello chef tre stelle Michelin e stella verde per la sostenibilità (St. Hubertus, San Cassiano) Norbert Niederkofler e Paolo Ferretti. Proprio lo chef Niederkofler, ideatore della filosofia “Cook the Mountain”, salirà in cattedra per un modulo da 30 ore contribuendo a formare nuovi professionisti della ristorazione alpina.

Il corso di laurea trilingue (italiano, tedesco ed inglese) partirà il prossimo autunno e vedrà l’alternarsi di lezioni, visite in loco e attività con i produttori, workshop ed esperienze in cucina con personalità di fama internazionale, tra cui cuochi provenienti dalle Ande, dai Pirenei e dalle altre aree interne del mondo che saranno chiamati a effettuare docenze all’interno di singoli moduli. Inoltre, gli studenti potranno effettuare uno stage presso AlpiNN - Food Space & Restaurant, il ristorante di Norbert Niederkofler e Paolo Ferretti a Plan de Corones.

Loading...

Gran parte delle lezioni e dei workshop si svolgeranno nelle aule e nei laboratori di NOI Techpark e nella sua cucina sperimentale, Kitchen Lab. La scelta non è casuale: il distretto ha infatti nella ricerca applicata al settore alimentare una delle sue aree di specializzazione. Il primo anno di corso – a cui saranno ammessi 30 studenti - è dedicato all’apprendimento di conoscenze in ambito matematico, statistico, chimico e biologico, informatico e di marketing, alla produzione e allevamento sostenibili di piante e animali e al relativo sviluppo storico e antropologico. Il secondo anno si concentrerà sulle tecniche necessarie per produrre cibo e vino. Nel terzo anno, il focus sarà invece sulla comunicazione visiva e sensoriale dei prodotti enogastronomici, nonché sulle tecniche di recupero e utilizzo dei sottoprodotti.

Le figure che nasceranno saranno specializzate nella gastronomia e nell’enologia di montagna e lavoreranno in ruoli tecnici e organizzativi con competenze specifiche nel settore alimentare come maître d’hotel o chef, responsabili della logistica, fornitori di materie prime o manager di ristoranti, società di catering e agriturismo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti