sistema bancario

Moody’s alza da “negativo” a “stabile” l’outlook sulle banche italiane

L’agenzia sottolinea comunque che il rapporto di prestiti deteriorati pari a circa l’8% resta oltre il doppio rispetto ala media europea del 3%, in base ai dati della European Banking Authority

di Redazione Finanza


default onloading pic

1' di lettura

In queste giornate intense per il sistema bancario italiano arriva uno spiraglio di luce da Moody’s. Migliorano, infatti, le prospettive per le banche italiane. Moody’s ha alzato a “stabile” da “negativo” l’outlook del sistema bancario della Penisola. Il motivo? «Perchè - spiega l’agenzia di rating in un rapporto - i crediti deteriorati continueranno a diminuire, le condizioni di finanziamento migliorano e il capitale degli istituti resta stabilemigliorano».

Pertanto da Moody’s fanno sapere che le attese per il 2020 sono positive. «Ci aspettiamo che i crediti problematici delle banche italiane continueranno a diminuire nel 2020 per il quinto anno consecutivo», dice Fabio Iannò, Senior Credit Officer di Moody’s, precisando che «tuttavia il loro rapporto di prestiti deteriorati pari a circa l’8% resta oltre il doppio rispetto ala media europea del 3% in base ai dati della European Banking Authority». D’altro canto Moody's prende anche in conto le sue previsioni di una crescita del Pil italiano «debole, ma positiva» e il suo outlook stabile per il rating sovrano dell’Italia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...