ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFintech & non profit

Mooney offre al terzo settore la piattaforma per la raccolta fondi

È possibile donare grazie alla rete di 45mila punti vendita oppure con l’app. Il servizio di accesso alla piattaforma è gratuito per le non profit

di Alessia Maccaferri

(AdobeStock)

3' di lettura

Una rete di 45mila mila punti vendita e un’app al servizio delle donazioni per il terzo settore. È la possibilità offerta da Mooney, la società fintech nata dall’incontro tra SisalPay e B5 (gruppo Intesa Sanpaolo). Il «generosity network» punta a facilitare la raccolta fondi da parte degli enti del terzo settore, in un paese come l’Italia in cui prevalgono le donazioni in contanti o con il vecchio bollettino fiscale. Il prgetto nasce dalla collaborazione con Dynamo Academy - The Good School.

L’alleanza tra fintech e terzo settore

Connettere il fintech al mondo del terzo Settore per dare vita alla più estesa rete di donazione e solidarietà d'Italia, favorendo la digitalizzazione e la sicurezza dei pagamenti. È l'obiettivo di Mooney, realtà italiana di proximity banking & payments che offre gratuitamente agli enti del terzo settore la possibilità di gestire le donazioni attraverso la propria piattaforma di pagamenti in modo sicuro, veloce e tracciabile: dall'invio di un avviso digitale personalizzato ai donatori fino alla rendicontazione immediata delle somme raccolte. «Un progetto che mette il fintech al servizio del terzo settore e testimonia il nostro impegno verso la responsabilità sociale con azioni concrete. Mooney porta la digitalizzazione anche nel mondo delle donazioni, grazie a transazioni tracciate e sicure attraverso una piattaforma fintech di pagamento, valorizzando allo stesso tempo la propria presenza capillare sul territorio» ha affermato Emilio Petrone, ceo Mooney che per il futuro sta pensando di proporre un aggiunta etica ai pagamenti e una carta solidale.

Loading...

Come funziona

Questo nuovo servizio consente ai cittadini di donare nel punto vendita attraverso un Qr code generato a seguito di un messaggio (mail, whatsapp o sms) inviato dalla
onlus di riferimento. Inoltre, i volontari presenti sul territorio potranno pagare comodamente in bar, tabacchi ed edicole convenzionate Mooney le somme raccolte in
contanti nelle diverse iniziative. Un servizio di reportistica a disposizione delle Onlus registra l'andamento delle campagne e le transazioni in tempo reale.

Durante le raccolte fondi effettuate in piazza, è possibile donare con contanti o carte presso un punto vendita Mooney, se già registrati nel database della rispettiva associazione, riportando al volontario presente sul territorio la ricevuta di pagamento. In specifici periodi dell'anno o per progetti mirati di raccolta fondi, la piattaforma permetterà alle onlus di inviare ai donatori anche avvisi personalizzati e, tramite lo store locator, il destinatario potrà trovare il punto convenzionato Mooney a lui più vicino nel quale effettuare il pagamento. Inoltre, in occasione di eventi benefici organizzati dall'ente come cene e concerti, sarà possibile prevedere l'incasso per la partecipazione attraverso la piattaforma, limitando l'uso del denaro contante.

Il servizio sarà gratuito per gli enti del terzo settore mentre i donatori sosterranno un costo di circa 2 euro che andrà a coprire i costi per gli esercenti e i costi operativi mentre Mooney dichiara di azzerare le sue marginalità per questo servizio.

La collaborazione con Dynamo

Prima realtà ad utilizzare il nuovo servizio è la Fondazione Dynamo Camp Onlus, che offre
gratuitamente programmi di Terapia Ricreativa a bambini e adolescenti affetti da malattie
croniche e alle loro famiglie. L'accordo con Mooney rappresenta una soluzione concreta al problema della riscossione delle donazioni, specialmente in contanti. La rete Mooney consente a Dynamo Camp di raccogliere le somme donate attraverso i Salvadynai, l'oggetto fisico e simbolico che porta la onlus e la sua mission nelle aziende, nelle case, negli esercizi commerciali. «Dynamo Academy, che supporta imprese e enti nei processi di innovazione sociale, è felice di collaborare con Mooney al lancio di un sistema semplice, sicuro e al tempo stesso innovativo per la gestione delle donazioni degli enti del terzo settore – ha dichiarato Serena Porcari, ceo di Dynamo Academy e di Dynamo Camp – Dynamo Camp stessa, come Onlus, ha già aderito alla piattaforma Mooney che, grazie alla presenza capillare sul territorio e alla tecnologia di facile utilizzo, ci consente di attivare un ulteriore canale di donazione per alimentare la raccolta fondi in ogni area del Paese. Annunciamo, infatti, che tutti i Salvadynai Dynamo, presenti in oltre 600 luoghi d'Italia, potranno essere svuotati da parte dei nostri volontari comodamente sotto casa in uno dei punti vendita Mooney».


Riproduzione riservata ©
  • Alessia MaccaferriCaposervizio Nòva 24 - Il Sole 24 Ore

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: italiano, inglese

    Argomenti: innovazione sociale, impact investing, filantropia, fundraising, smart cities, turismo digitale, musei digitali, tracciabilità 4.0, smart port

    Premi: Premio Sodalitas (2008), premio Natale Ucsi (2006), European Science Writer Award (2010)

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti