trimestrale

Morgan Stanley, stime battute grazie al trading. Profitti a 3,39 miliardi (+51%)

La banca d'investimenti ha anche confermato l'intenzione di riacquistare 10 miliardi di azioni quest'anno, più del triplo rispetto a quanto annunciato dai competitor del settore bancario retail

default onloading pic
(wolterke - stock.adobe.com)

La banca d'investimenti ha anche confermato l'intenzione di riacquistare 10 miliardi di azioni quest'anno, più del triplo rispetto a quanto annunciato dai competitor del settore bancario retail


2' di lettura

I profitti di Morgan Stanley sono aumentati nel quarto trimestre, superando le stime grazie all'attività di trading della banca di Wall Street ha beneficiato della volatilità indotta dalla pandemia di Covid-19 sui mercati finanziari. La banca d'investimenti ha anche confermato l'intenzione di riacquistare 10 miliardi di azioni quest'anno, più del triplo rispetto a quanto annunciato dai competitor del settore bancario retail. Mentre i profitti di JPMorgan, Bank of America e Wells Fargo hanno tutti risentito delle conseguenze della crisi di Main Street, le grandi banche di investimento di Wall Street hanno pagato un dazio più contenuto riguardo al rischio di un'ondata imminente di insolvenze sui mutui e sui prestiti al consumo. E così il colosso guidato dal ceo James Gorman, che ha molto investito negli anni più recenti nella gestione dei patrimoni e degli investimenti, ha chiuso il quarto trimestre del 2020 con profitti pari a 3,39 miliardi di dollari contro i 2,24 miliardi di un anno prima (+51,3%). Anche i profitti per azione, a 1,81 dollari, si sono rivelati nettamente più alti delle attese, ovvero gli 1,25 dollari stimati dagli analisti in un sondaggio di Bloomberg.

Anche i volumi degli scambi dovuti alle elezioni americane e all’annuncio dell’arrivo dei vaccini contro il coronavirus hanno giovato ai conti della banca. I ricavi dalle vendite e dal trading sono saliti a 4,22 miliardi da 3,19 miliardi. Il fatturato netto è salito a 13,64 miliardi nel trimestre, da 10,86 miliardi lo scorso anno, mentre i ricavi della divisione di investment banking della società sono aumentati a 2,30 miliardi da 1,58 miliardi.

Loading...

Gorman, tuttavia, ha adottato misure per mettere in sicurezza la banca rispetto alla sua dipendenza dal trading e ha progettato due grandi acquisizioni consecutive, quelle di Eaton Vance ed E*Trade, per rafforzare la sua gestione degli investimenti e la divisione dedicata all’intermediazione. I ricavi da sottoscrizione di azioni di Morgan Stanley sono aumentati dell'81% rispetto all'anno precedente, guidati da Ipo di alto profilo e dalle offerte successive mentre i clienti hanno continuato ad accedere ai mercati dei capitali. Morgan Stanley è stata tra i sottoscrittori di Ipo di società tra cui Airbnb, la società di giochi Playtika, la startup fintech Affirm e la società di data warehouse cloud-based Snowflake. Le azioni della banca, che sono aumentate di circa del 34% nel 2020 e del 7,2% nelle prime tre settimane dell’anno (oggi viaggiano appena sotto la parità con indici positivi).

La rivale più facilmente paragonabile di Morgan Stanley, Goldman Sachs, martedì ha registrato profitti per il quarto trimestre ben superiori alle stime di Wall Street, ma il management ha avvertito che l'attività dei mercati dei capitali che ha dato benzina ai risultati negli ultimi mesi probabilmente rallenterà.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti