cinema

Addio a Olivia de Havilland, star di Via col vento e vincitrice di due premi Oscar

Aveva 104 anni e si è spenta nella sua casa di Parigi. “Celebre” anche la sua rivalità con la sorella minore Joan Fontaine

default onloading pic
Olivia de Havilland riceve la National Medal of Arts dal presidente americano George W. Bush nel 2008 - Reuters

Aveva 104 anni e si è spenta nella sua casa di Parigi. “Celebre” anche la sua rivalità con la sorella minore Joan Fontaine


3' di lettura

È morta Olivia de Havilland. L'attrice, star di “Via col vento”, in carriera aveva vinto due Oscar. Aveva 104 anni e si è spenta nella sua casa di Parigi.

Olivia de Havilland era nata a Tokyo nel 1916. La sua famiglia è imparentata con quella dell’ingegnere Sir Geoffrey de Havilland, pioniere inglese dell'aviazione e fondatore della De Havilland Aircraft Co. Poco dopo la nascita della sorella minore Joan, più piccola di 15 mesi e mezzo, i loro genitori divorziarono quando Olivia aveva tre anni.

A fianco di Clarck Gable e Vivien Leigh

La celebrità mondiale giunse quando nel 1939 interpretò il personaggio di Melania Hamilton in Via col vento (1939) di Victor Fleming, accanto a Clark Gable, Vivien Leigh e Leslie Howard. Quel ruolo resterà la sua interpretazione più celebre e ricordata, con cui si insedierà nell'immaginario collettivo di tante generazioni di spettatori di tutto il mondo.

Addio a Olivia de Havilland, star di Via col vento

Addio a Olivia de Havilland, star di Via col vento

Photogallery16 foto

Visualizza

Gli Oscar

Durante gli anni quaranta – nel 1941 aveva ottenuto la cittadinanza americana – ottenne plausi dal pubblico e dalla critica per le sue interpretazioni in pellicole come A ciascuno il suo destino (1946) di Mitchell Leisen, per cui si guadagnò un premio Oscar. Il secondo premio Oscar arrivò con la pellicola L’ereditiera, di William Wyler, in cui fu molto convincente nel ruolo di una timida ereditiera corteggiata da un profittatore, interpretato da un giovane Montgomery Clift.

La carriera

Olivia de Havilland ottenne il primo ruolo cinematografico di successo nella trasposizione dello shakespeariano Sogno di una notte di mezza estate del 1935, di Max Reinhardt e William Dieterle. Scritturata dalla Warner Bros., prese poi parte ad una serie di film avventurosi tutti diretti da Michael Curtiz, al fianco dell'aitante Errol Flynn, come Capitan Blood (1935), La carica dei seicento (1936) e La leggenda di Robin Hood (1938).

Dopo Via col Vento e gli Oscar recitò in numerose pellicole e accanto a Bette Davis nei film Avventura a mezzanotte (1937), Il conte di Essex (1939) di Michael Curtiz, In questa nostra vita (1942) di John Huston e, parecchi anni più tardi, nel thriller Piano... piano, dolce Carlotta (1964) di Robert Aldrich, ove, sembra su suggerimento della stessa Davis, sostituì Joan Crawford datasi per malata, e che fu il suo ultimo film di una certa risonanza tanto per la critica quanto per il pubblico.

Dopo La papessa Giovanna (1971) di Michael Anderson, ove interpretò ancora un personaggio di rilievo accanto a Liv Ullmann, la de Havilland, non più impiegata in ruoli da protagonista, diradò molto le sue apparizioni cinematografiche e televisive. In Airport '77 (1977) di Jerry Jameson. Si ritirò definitivamente dalle scene cinematografiche nel 1979, mentre la sua ultima partecipazione in un film televisivo risale al 1988.

Il rapporto con la sorella Joan Fontaine

La rivalità tra Olivia de Havilland e Joan Fontaine (che aveva scelto come “cogonome d’arte” lo stesso della madre) fu una delle più celebri e chiacchierate di Hollywood. La de Havilland e la Fontaine ebbero sin dall'infanzia e per tutta la vita rapporti molto difficili e un acceso antagonismo: entrambe scelsero la strada della recitazione, e la popolarità che rapidamente riuscirono ad ottenere nel cinema aumentò la competizione fra loro. Nel 1942 Joan la spuntò sulla sorella maggiore nella conquista dell'Oscar alla migliore attrice protagonista, al quale in quell'anno erano entrambe candidate (Joan Fontaine per Il sospetto di Alfred Hitchcock ed Olivia de Havilland per La porta d'oro di Mitchell Leisen).

La rottura definitiva avvenne nel 1975, in seguito ad una serie di malintesi conseguenti alla malattia e alla morte della loro madre; dopo quell'evento le due non si parleranno più per il resto della loro vita. Nonostante ciò, alla morte di Joan Fontaine il 15 dicembre del 2013, all'età di 96 anni, la de Havilland si dichiarò sconvolta e profondamente addolorata per la scomparsa della sorella. Olivia de Havilland e Joan Fontaine sono le uniche due sorelle nella storia del cinema ad aver vinto entrambe un Oscar come miglior attrice protagonista.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti