ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMusica

Morto Andy Fletcher, tastierista dei Depeche Mode

A 61 anni scompare il membro storico della band simbolo dell’elettropop anni Ottanta. Fu il collante del gruppo negli anni della crisi

Morto Andy Fletcher, tastierista dei Depeche Mode

2' di lettura

È morto, all'età di 61 anni, Andrew Fletcher, storico tastierista dei Depeche Mode. A darne l’annuncio, sui social, è la band stessa. «Siamo scioccati e sopraffatti dalla tristezza per la prematura scomparsa del nostro caro amico, membro della famiglia e compagno di band Andy “Fletch” Fletcher - si legge nel messaggio -. Fletch aveva davvero un cuore d’oro e c’era sempre quando avevi bisogno di sostegno, di una conversazione vivace, di una buona risata o di una pinta fredda. I nostri cuori sono con la sua famiglia. Vi chiediamo di tenerlo nei vostri pensieri e di rispettare la privacy in questo momento difficile».

Nel 2020, Fletcher era stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame. Entrato nel gruppo come bassista, si spostò presto alle tastiere anche se in studio è tornato spesso a suonare il basso. Non ha mai scritto canzoni, ma partecipava comunque all’arrangiamento dei brani. In compenso si è spesso occupato della parte manageriale dei Depeche Mode, svolgendo anche il ruolo di portavoce alle conferenze stampa. Nel corso degli anni, è diventato produttore discografico per l’etichetta Mute, fondando agli inizi degli anni Novanta una propria label chiamata «Toast Hawaii», dal nome del suo toast preferito, nonché titolo di un fantomatico album contenente cover che venne registrato solo su una cassetta, durante la produzione dell’album dei Depeche Mode Some Great Reward, a Berlino nel 1984.

Loading...
Morto Andy Fletcher, tastierista dei Depeche Mode

Morto Andy Fletcher, tastierista dei Depeche Mode

Photogallery10 foto

Visualizza

È stato il collante negli anni bui dei Depeche Mode, nonostante depressioni e esaurimenti nervosi che lo colpirono durante le registrazioni degli album Violator e Songs of Faith and Devotion, quando il cantante Dave Gahan tenta il suicidio a causa dell’abuso di droghe e Alan Wilder, altro membro della band, lascia il gruppo a causa della situazione e delle tensioni con Martin Gore. Nel corso degli anni Fletcher ha avuto anche una carriera in «solitaria» come dj. Sposato con la fidanzata di una vita, Gráinne Mullan, Fletcher lascia due figli, Meghan e Joe.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti