da andreotti al pdl

Morto Giuseppe Ciarrapico, fu senatore e presidente della Roma


default onloading pic
(ANSA)

1' di lettura

È morto stamani a Roma Giuseppe Ciarrapico, 85 anni. Era malato da tempo e ricoverato nella clinica Quisisana nel quartiere Parioli della Capitale. Dopo aver a lungo sostenuto la corrente andreottiana della Dc, dal 2008 al 2013 è stato eletto senatore per il Popolo della Libertà. Ciarrapico ha avuto anche un ruolo di primo piano come imprenditore - nella sanità, nell'editoria, tra gli altri campi, e nel settore termale, da cui il soprannome di "Re delle acque minerali" - e da presidente della As Roma tra il 1991 e il 1993. L'As Roma in un tweet ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa dell'ex presidente del club.

Nella storia personale di Ciarrapico non mancano le condanne penali. Tra queste spiccano i 5 anni e mezzo di reclusione, ridotti in appello a 4 anni e mezzo, per bancarotta fraudolenta nel processo relativo al crack del Banco Ambrosiano di Roberto Calvi. Risale al 2015 invece la condanna a tre anni di reclusione per truffa per aver indebitamente ottenuto dal dipartimento per l'Editoria della presidenza del Consiglio 20 milioni di euro a titolo di sovvenzione fino al 2010. Le condanne penali portarono poi alla revoca del suo vitalizio da ex parlamentare.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti