aveva 94 anni

Morto Michel Piccoli, gigante del cinema francese

Decano degli attori europei, lavorò con alcuni dei più grandi registi di sempre: da Bunuel a Godard e Ferreri. Fu il papa «rinunciatario» di Nanni Moretti

default onloading pic
Michel Piccoli, attore francese tra i più grandi di sempre, è morto a 94 per un «incidente cerebrale» (Epa)

Decano degli attori europei, lavorò con alcuni dei più grandi registi di sempre: da Bunuel a Godard e Ferreri. Fu il papa «rinunciatario» di Nanni Moretti


1' di lettura

È morto all’età di 94 anni il grande attore francese Michel Piccoli. Nella sua vita ha lavorato con i più grandi registi internazionali, da Luis Bunuel fino a Claude Sautet, una lunghissima lista che comprende anche Marco Ferreri e Nanni Moretti. «Michel Piccoli si è spento il 12 maggio tra le braccia della moglie Ludivine e dei suoi giovani figli Inord e Missia, in seguito a un incidente cerebrale», si legge in una nota della famiglia trasmessa all’agenzia France Presse da Gilles Jacob, amico dell'attore nonché ex presidente del Festival di Cannes.

Vero e proprio monumento del cinema francese, Michel Piccoli è stato protagonista di film passati alla storia, come Il disprezzo di Jean-Luc Godard (1963), ispirato all’omonimo romanzo di Alberto Moravia e ambientato a Capri, nell’incredibile location di Villa Malaparte, La Grande Abbuffata di Marco Ferreri (1973), impietosa satira sulla borghesia bulimica che mangia sino a scoppiare, L’Amante di Claude Sautet (1970), Il fantasma della libertà di Bunuel (1974) o più recentemente Habemus Papam di Nanni Moretti, nel quale è un papa che, incredibilmente, rifiuta l’elezione. Nel 2011, due anni prima che Benedetto XVI lasciasse il posto a Francesco.

Leggi anche:
Michel Piccoli: «Odio la Tv, amo i vecchi film italiani»
La presentazione di «Habemus Papam» a Cannes

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...