Lavoro

Morto in ospedale operaio 23enne caduto da un’impalcatura

Tragedia a Torre Annunziata, dove è deceduto un dipendente di un’azienda specializzata nella produzione di materiale sportivo

La Procura di Torre Annunziata ha aperto un’inchiesta sul caso del giovane morto sul lavoro (Ansa)

1' di lettura

Una nuova morte bianca, stavolta a Torre Annunziata, in provincia di Napoli, dove nella serata del 27 ottobre è deceduto in ospedale, a causa delle ferite riportate, un operaio di 23 anni precipitato da un’impalcatura. La vittima, come riferiscono alcuni media, è Mario Papa, addetto con regolare contratto di lavoro presso un’azienda specializzata nella produzione di materiale sportivo. Il giovane, stando a una prima ricostruzione effettuata dagli agenti di polizia municipale chiamati ad effettuare i sopralluoghi dopo l’incidente nel capannone di via Sant’Alfonso dei Liguori, sarebbe precipitato mercoledì pomeriggio da un’altezza di circa 4 metri mentre era impegnato in attività legate alle proprie mansioni.

Immediatamente soccorso e trasportato d’urgenza all’ospedale del Mare, Papa è stato sottoposto a un intervento d’urgenza che però non ha evitato il decesso, avvenuto nella serata. Sul caso è stata aperta un’inchiesta della Procura di Torre Annunziata, mentre la salma è a disposizione dell’autorità per eseguire l’autopsia. A commentare l’accaduto il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, che ha annunciato come nel giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino. «È una tragedia immane», afferma il primo cittadino. «La notizia della sua morte ci ha sconvolti e lasciati sgomenti. Il primo pensiero è rivolto ai familiari, ai quali esprimiamo il nostro cordoglio, abbracciandoli idealmente in questi momenti tanto drammatici quanto dolorosi, consapevoli del fatto che nessun gesto o parola potrà in alcun modo lenire la loro sofferenza».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti