IRAQ

Mosul, l’Isis accerchiato distrugge la moschea in cui proclamò il califfato

default onloading pic
(Afp)


2' di lettura

I jihadisti dell'Isis hanno fatto saltare in aria la moschea al-Nuri a Mosul, in Iraq, dove nel 2014 il loro leader Abu bakr al Baghdadi aveva annunciato la creazione del Califfato. Lo riferisce l’esercito iracheno con una nota. L’agenzia Amaq, organo di propaganda dell’Isis, sostiene invece che è stato un raid americano a distruggere l’antica moschea e il suo famoso minareto. «Le gang del terrore di Daesh - recita il comunicato delle forze armate irachene - hanno commesso un nuovo crimine storico facendo esplodere la moschea al-Nuri e il minareto al-Hadba».

L’esplosione è avvenuta mentre le unità dell’anti-terrorismo iracheno si trovavano a una cinquantina di metri dalla moschea e stavano tentando di strapparla all’Isis. L’offensiva per riprendere Mosul, iniziata nell’ottobre 2016, è nella fase finale e ha finora causato un vero esodo dalla città nell’ordine di 800mila persone. A Daesh è rimasto ormai solo il controllo della città vecchia. Da settimane si combatte attorno al centro storico della città, dove nei giorni scorsi si erano levate dense colonne di fumo e incessanti boati di cannoneggiamenti. Asserragliata in una superficie di appena cinque chilometri quadrati l'Isis oppone una strenua resistenza in particolare nel settore nord-occidentale, mentre sono almeno 100mila i civili intrappolati ed in disperate condizioni.

Scambio d'accuse sulla moschea distrutta

Nell'offensiva anti-jihadisti sono impegnati in migliaia, tra forze della sicurezza irachena, combattenti curdi Peshmerga, milizie tribali sunnite e consiglieri militari assistiti dalla coalizione a guida Usa. La terza città irachena era stata conquistata dai miliziani del sedicente califfato nel giugno 2014. Il 4 luglio 2014 al-Baghdadi si era autoproclamato «califfo» proprio dal pulpito di questa moschea, su cui in questi anni ha sventolato la bandiera nera dell’Isis. La settimana scorsa il ministero della Difesa russo ha affermato di aver compiuto un raid nel quale potrebbe essere stato ucciso al-Baghdadi, notizia che tuttavia non ha avuto conferme.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti