Sport

MotoGP, Catalogna: le pagelle

a cura di Datasport

3' di lettura

Jorge Lorenzo   10 Può essere che un serbatoio ti cambi la vita? A guardar lui, sì. Irriconoscibile rispetto solo ad un mesetto fa, ora vola e nessuno pare avere il suo passo. Dopo una grande domenica al Mugello, un grande week-end a Barcellona, con tanto di pole e vittoria. Sorprendente.   Marc Marquez     9 Rischia il giusto, poi capisce che non è il caso di rischiare più di tanto e piazza un secondo posto che può voler dire tanto in chiave iridata. Si riprende, rispetto a Dovizioso, quel che aveva perso al Mugello, e guadagna qualcosa anche rispetto al più diretto inseguitore, Rossi.   Valentino Rossi     9 Viste le temperature della domenica pomeriggio si temeva il disastro, invece corre bene, non forza ma riesce nonostante tutto a staccarsi dal resto del gruppo, per poi ritrovarsi spinto sul podio dalla caduta di Dovizioso. Di più non poteva certo fare.   Cal Crutchlow     8 Gran gara e ottimo 4° posto per il buon Cal, che mette in scena una bella rimonta partita dalla decima casella di partenza. Bella la lotta, che vince, con Pedrosa.   Alvaro Bautista     8 Scattava addirittura 22°, ma corre bene, non sbaglia, approfitta delle cadute altrui e chiude con una bellissima nona posizione.   Daniel Pedrosa     7 Qualcosa di meglio rispetto alle ultime uscite, ma comunque meno rispetto a quanto ci si potesse aspettare da lui su una pista che conosce bene. Buona rimonta dall'undicesimo posto in griglia fino al quinto della bandiera a scacchi, che è il miglior piazzamento del suo 2018 al pari di Le Mans.   Maverick Vinales     6 Questa storia che parte sempre male dovrebbe anche finire, perchè troppo spesso si rovina la gara nei primissimi metri della corsa, e poi rimontare con una Yamaha che deve stare attenta a gestire le gomme diventa difficile. Scivola a -38 dalla vetta in classifica.   Johann Zarco    6 Non proprio un fine settimana da protagonista, ma fa comunque cose egregie e porta a casa la settima piazza.   Danilo Petrucci      6 La partenza non è buona, fa tanta fatica alle spalle di Pedrosa ed alla fine la gomma non è certamente nelle migliori condizioni, così chiude con un 8° posto poco convincente.   Andrea Iannone     6 Gran partenza poi più niente, scompare subito dai radar e lo passano in tanti. Chiude in decima posizione, aveva sperato in molto di più.   Pol Espargaro      6 Undicesimo per la quarta volta consecutiva, la quinta in sette gare. Tutte le volte è ad un pelo dalla top ten, peccato.   Scott Redding     6 Riesce a regalare qualche punto all'Aprilia, è 12° come a Termas de Rio Hondo.   Karel Abraham     6 Cadono in tanti e ne approfitta, tornando a punti per la prima volta dal Qatar con il miglior piazzamento (è 13°) della stagione.   Franco Morbidelli     6 Domenica difficile, cade, prova a rialzarsi ma deve comunque tornare ai box, per sua fortuna riesce a classificarsi ed a prendere due punti.   Bradley Smith     6 Peccato, stava facendo una buona gara, ma Nakagami gli scivola davanti e lo stende.   Hafizh Syahrin     5 Non corre male ma purtroppo rovina tutto con un errore negli ultimi giri.   Tito Rabat      5 Fa qualcosa di rimarcabile in qualifica con un buon nono tempo, non riesce a fare altrettanto in gara, poi il motore va in fumo.   Jack Miller     5 Con una Ducati 2017 poteva fare certamente di più, invece finisce fuori.   Takaaki Nakagami     5 Bene in qualifica, rovina tutto in gara scivolando in curva 5 portando con sé Smith.   Alex Rins      4 Per lui nativo di Barcellona doveva essere un fine settimana da leone, invece non ne azzecca una, le prende da Iannone ed in gara finisce fuori.   Andrea Dovizioso     4 Irriconoscibile Lorenzo, irriconoscibile lui. Terzo ko della stagione, come a Le Mans oggi è solo colpa sua, tantissimi punti persi e Marquez che scappa di nuovo, c'è la velocità ma se non si arriva al traguardo è tutto inutile.   Xavier Simeon     4 Altra gara da buttare, tanta fatica anche su una pista che conosce bene.   Aleix Espargaro     4 Fuori presto, decisamente troppo presto. L'Aprilia ha bisogno di altro.   Thomas Luthi     4 Non riesce a completare quattro giri, altra domenica da dimenticare.   Sylvain Guintoli     4 La sua presenza da wild card dura meno di tre giri, poi finisce fuori.   Mika Kallio      4 Altra wild card buttata via: finisce giù già nel corso del primo giro.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti