Sport

MotoGP: le dichiarazioni dei piloti nella conferenza stampa di Brno

a cura di Datasport

2' di lettura

Dopo la sosta estiva, la MotoGP riparte dal consueto appuntamento col GP della Repubblica Ceca a Brno, su una pista che ha regalato tante gioie a Max Biaggi e che premia chi ha un buon motore e un grande equilibrio della moto. L'inizio del weekend di gara, come di consueto, è affidato alla conferenza stampa dei piloti: stavolta hanno preso parte all'appuntamento coi media Marc Marquez, Valentino Rossi, Danilo Petrucci, Alvaro Bautista, Maverick Vinales e il padrone di casa (letteralmente, il padre è proprietario del circuito) Karel Abraham. Ovviamente l'attenzione si è concentrata su Rossi e Marquez, che hanno parlato del campionato e delle aspettative per questo GP. Attacca Marquez, leader del mondiale con 46 punti su Valentino: ''In vacanza mi sono divertito, ora però torniamo a lavorare. La prima parte di stagione è stata ottima, ma ho commesso degli errori e dovrò crescere nella seconda parte. Poca concorrenza? 46 punti di vantaggio sono tanti, ma i piloti Yamaha sono pericolosi e miglioreranno da qui a fine stagione. Non dovrò mai pensare di avere il titolo in tasca. La pausa è stata corta - prosegue Marquez -, sarebbe meglio tornare a un mese di stop. Ora dovrò tenere alta la concentrazione, affronteremo weekend difficili''.   Tocca poi a Valentino Rossi: ''Cinque podi in nove gare e il secondo posto sono risultati di valore, ma dobbiamo ancora crescere: Marc è un gradino sopra di noi. Per farlo servirà tempo: dobbiamo avere pazienza nei confronti dei nostri tecnici, non ci saranno stravolgimenti nei test di lunedì. Yamaha vuole procedere con cautela per non commettere errori: Honda e Ducati spesso rischiano di più, ma noi vogliamo andare coi piedi di piombo perchè questa moto non è facile da mettere a punto. Un anno fa eravamo molto competitivi qui, ora spero di ritrovare quel feeling nelle libere di domani''. Si passa poi ad altri piloti, e a Maverick Vinales: ''Io e Valentino stiamo guidando la Yamaha al meglio delle nostre possibilità. Sappiamo che quando svilupperemo tutto il potenziale della moto potremmo ottenere grandi risultati''.    In chiusura, parola a Danilo Petrucci: ''Sono amareggiato perchè ho perso il podio al Sachsenring nel penultimo giro: voglio spingere per conquistare la top-5 nella generale ed essere il miglior pilota privato davanti a Zarco. La gara di Brno? Saranno fondamentali le gomme, farà caldissimo''. Due battute anche per Bautista e Abraham: il ceco, padrone di casa, ha esternato la speranza di andare a punti a Brno, mentre Bautista ha svelato di essere in trattativa con due-tre team per definire il suo futuro in MotoGP. Uno di questi è Yamaha Petronas, che deciderà la seconda guida al fianco di Morbidelli tra lui e Quartararo, autore di un buon anno in Moto2. 

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti