Sport

MotoGP, Germania: le pagelle

a cura di Datasport

3' di lettura

Marc Marquez     10 Per caso c'era qualche dubbio? Tutto come da copione, basta stare calmi per qualche giro, poi passa Lorenzo e ciao a tutti, per piazzare la nona sinfonia tedesca. L'unica cosa negativa di oggi è il timore che sia l'ultima edizione al Sachsenring, che fino a prova contraria per lui vuol dire vittoria certa.   Valentino Rossi      9 Forse è la prima volta in vita sua che non gli piace il 46. Perchè 46 sono i punti di vantaggio che ha un Marquez che appare imprendibile, sia come velocità in pista che per la classifica. A lui però non si può certo dire nulla, alla veneranda età di 39 anni (e mezzo) è ancora là davanti.   Alvaro Bautista       9 Wow, che gara! Sta con i migliori sebbene guidi una Desmosedici Gp17, si prende addirittura il lusso di finire davanti agli ufficiali Lorenzo e Dovizioso e chiude a meno di tre secondi dal podio, bravissimo.   Maverick Vinales     8 Il problema maggiore continua ad essere la prima parte di gara, quando lui dice di non sentire aderenza. Poi prende ritmo e fiducia e torna su, proprio come oggi, confezionando il sorpasso che vale il podio al penultimo giro nei confronti di Petrucci.   Danilo Petrucci      8 Si sente quasi preso in giro: la pole svanisce per appena 25 millesimi, il podio lo perde al penultimo giro, quando mancano cinque chilometri scarsi alla conclusione. Un fine settimana molto positivo, avrebbe voluto qualcosa di più, ma è il migliore delle Ducati e non è cosa da sottovalutare. E che rischio con Lorenzo!   Bradley Smith      7 Finalmente in top ten, miglior risultato stagionale per lui e per la Ktm, che quest'anno non era mai riuscita ad entrare nei primi dieci. Una gran bella gara.   Jorge Lorenzo     6 Tanti giri al comando poi cala, probabilmente per una gomma, specie la morbida davanti, che inizia a faticare nelle fasi finali della corsa. Finisce davanti a Dovizioso, forse questa è l'unica consolazione della sua domenica.   Hafizh Syahrin     6 Dopo la nona piazza il Argentina questo 11° posto è il suo miglior risultato stagionale, peccato non entrare in top ten, ma sta imparando, speriamo non si perda di nuovo.   Andrea Iannone     6 Una sufficienza di incoraggiamento: spinto lungo, deve recuperare dalle ultime posizioni, ci prova e porta a casa quattro punti.   Tito Rabat      6 Con la Desmosedici 2017 Bautista è 5°, Miller gli è dietro di appena tre decimi ma dopo essersi ritrovato nella ghiaia, mentre lui fa tanta fatica. Chiude comunque nei punti.   Jack Miller      6 Rischia nella carambola tra Rins e Pol Espargaro alla terza curva, è costretto ad allargare nella ghiaia e riparte dal fondo, si arma di tenacia e riesce a risalire fino alla 14° piazza che gli vale due punti.   Scott Redding     6 La sua è l'unica Aprilia al via per il forfait di Aleix Espargaro, riesce a prendere un punto.   Stefan Bradl      6 Non facile rientrare nella classe regina una tantum, ma conoscere pista e un po' anche la moto lo aiuta a fare qualcosa di egregio, finisce appena fuori dai punti.   Andrea Dovizioso     5 Fatica anche più del previsto ed è solo 7°, dietro a Petrucci, Bautista e Lorenzo. Poche altre volte la sua Ducati incontrerà piste così sfavorevoli, però ormai la classifica si è fatta nerissima: a -77 è impossibile crederci.   Daniel Pedrosa      5 Ancora tantissime difficoltà, mai protagonista e mai con tempi di rilievo, finisce solo 8° mentre il compagno domina.   Johann Zarco      5 Sembra in fase calante, deve un po' ritrovarsi e forse le vacanze gli faranno bene. Chiude 9°.   Thomas Luthi     5 Ancora niente punti, ed ormai siamo praticamente a metà campionato.   Karel Abraham    4 E' 18° ad un minuto.   Xavier Simeon     4 Ultimo e non è una novità.   Cal Crutchlow      4 E' nel gruppo dei migliori, avrebbe le sua chanches per il podio ma va lungo, prende lo sporco e finisce a terra.   Takaaki Nakagami    4 Fuori nelle fasi iniziali.   Pol Espargaro      4 Perde il controllo alla terza curva e finisce ko portando con sé Rins, completando la giornata nera dei fratelli Espargaro, visto che il fratellone Aleix neanche parte.   Alex Rins       s.v. (senza voto) Falciato dalla Ktm di Pol Espargaro, la sua domenica tedesca finisce dopo tre curve.          

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti