Sport

MotoGP, Rossi: "La terza fila? Non è un disastro"

a cura di Datasport

2' di lettura

È un Valentino Rossi amareggiato ma non disperato quello che parla alla stampa dopo le qualifiche del gran premio d’Australia della MotoGP che lo costringeranno a partire in settima posizione. “C’erano condizioni molto difficili, bisognava essere molto coraggiosi, perché pioveva un po’. Viste le FP3 e le FP4, con una qualifica ‘normale’ sarei potuto partire più avanti, la seconda fila poteva essere alla mia portata questa è comunque una pista particolare dove contano molto le scie e partire dalla terza fila non è poi un disastro. La cosa positiva è che oggi ho migliorato il feeling con la moto. C’è ancora l’incognita gomme e speriamo che domani sia una bella giornata. Sulla carta potrebbe essere una gara di gruppo. Marquez, Iannone e Viñales vanno forte, poi io, Zarco, Dovizioso, Rins e anche Miller, che abbiamo un passo molto simile”. E in terza fila con Rossi ci sarà anche Andrea Dovizioso: “Oggi è andata decisamente male perché non sono riuscito a fare il tempo al momento giusto. Peccato perché la pioggia, anche se leggera, ci ha disturbato durante tutta la Q2. Durante il weekend abbiamo avuto un po’ di alti e bassi, ma come velocità non siamo messi male, cercherò di recuperare subito qualche posizione e poi vedremo. La gara è molto lunga e dovremo capire quanto possiamo spingere per gestire al meglio il consumo delle gomme. Non sarà facile perché Iannone, Viñales e Marquez hanno un altro passo, poi siamo in 5-6 con passo simile. Farò gara su Rossi, la Yamaha qui va bene, lui sarà veloce fino alla fine e per conquistare il 2° posto nel Mondiale dovrò tenerlo d’occhio perché questa è una delle migliori piste che rimangono per lui”.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti