Motori24

Piaggio Mp3 Hybrid, debutto ufficiale per lo scooter ibrido a tre ruote

  • Abbonati
  • Accedi
INNOVAZIONE

Piaggio Mp3 Hybrid, debutto ufficiale per lo scooter ibrido a tre ruote

  • –di Mario Cianflone


Dopo anteprime, mezze presentazioni e prove concesse alla stampa specializzata, come l'autorevole rivista Motociclismo, ecco che l'innovativo piaggio Mp3 Hybrid è stato definitivamente presentato. È il primo scooter veramente ibrido del mondo.Altri mezzi come l'Aspes Sirio sono semplici veicoli bimodali. Ma veniano al nuovo triciclo ipertecnologico della casa di Pontedera: si tratta del noto tre ruote Mp3 modificato (profondamente e in modo mirabile) per alloggiare un sofisticato gruppo motopropulsore che fa leva sull'abbinamento tra un motore a combustione interna e uno elettrico per offrire – come nella Toyota Prius – il meglio dei due sistemi di trazioni con grandi vantaggi in termini di consumi, emissioni inquinanti e benefici per l'ambiente.
Mp3 Hybrid adotta una propulsione ibrida di tipo "parallelo" in cui i due motori, elettrico e a scoppio, sono integrati tra loro meccanicamente ed elettronicamente e risultano in grado di fornire simultaneamente potenza alla ruota, dando luogo a una sinergia vincente.Inoltre è anche plug in: basta attaccare la spina a una presa di corrente e si possono caricare le celle a ioni di litio
In questa propulsione integrata termico/elettrica, il motore "termico", cioè quello a benzina, funziona come un normale motore quattro tempi catalizzato, con ottime prestazioni, emissioni ridotte, bassi consumi e ampia autonomia. Il cambio automatico, l'avviamento elettrico e l'innovativo sistema Ride-By-Wire, garantiscono la consueta vivacità e facilità d'uso sia in città che nei percorsi extraurbani. Ma durante il normale funzionamento il motore termico, oltre a garantire le brillanti prestazioni del veicolo, consente anche la ricarica delle batterie destinate ad alimentare l'"anima elettrica" del veicolo.
Il tandem tra i due propulsori di Piaggio Mp3 Hybrid non si ferma qui: ogni volta che è richiesta un'accelerazione particolarmente vivace, come accade nelle partenze da fermo, il motore elettrico entra in azione e supporta il propulsore termico, fornendo prestazioni superiori fino all'85% che offrono al veicolo prontezza ed efficacia nei primi metri, cioè proprio quando serve nella guida cittadina.
La sinergia tra i due motori, ottenuta attraverso la gestione elettronica integrata, consente di avere non solo migliori prestazioni ma anche un abbattimento dei consumi di benzina - l'Mp3 Hybrid può percorrere fino a 60 km/l, contro una percorrenza media di 26 km/l degli scooter a benzina di media cilindrata - e delle emissioni di CO2, che scendono a soli 40 g/km contro i 90g/km di media dei tradizionali scooter termici (i valori dell'Mp3 Hybrid sono calcolati su un utilizzo al 65% della modalità ibrida e al 35% di quella elettrica).
Ma Hybrid non è soltanto un "comune", sofisticatissimo sistema di propulsione ibrida: laddove gli altri scooter si fermano, Piaggio Mp3 Hybrid procede spedito e silenzioso, grazie alla possibilità di funzionare con il solo motore elettrico. Basta infatti una semplice rotazione del selettore posto sul manubrio per disinserire il motore termico e trasformare Mp3 Hybrid in uno scooter totalmente ecologico, uno "Zero Emission Vehicle" che può circolare con pieno diritto in tutte le zone interdette ai motori a combustione interna.
Un'altra rotazione del selettore, e ogni problema di autonomia scompare: il motore termico si risveglia, torna ad essere il propulsore principale del veicolo, ricaricando le batterie mentre si percorrono zone aperte al normale traffico veicolistico. Una volta in garage si può scegliere di ricaricare le batterie attraverso la rete elettrica, grazie alla tecnologia plug in, con il caricabatterie integrato nell'elettronica di bordo. Così facendo si riducono le spese di esercizio, visto il costo inferiore dell'energia elettrica rispetto a quello della benzina.

Tanta tecnologia a portata di mano
Pur adottando soluzioni tecnologiche innovative, di assoluta avanguardia, Hybrid è estremamente facile e intuitivo nell'utilizzo. Il guidatore, oltre a gestire il veicolo per mezzo dei normali comandi, ha a disposizione un apposito selettore per impostare le diverse modalità operative: due ibride e due elettriche (retromarcia compresa).
Hybrid gestisce la potenza erogabile dai due motori (termico ed elettrico) per mezzo di un sistema di tipo Ride-By-Wire: la richiesta di coppia da parte del pilota, che agisce su acceleratore e freno, viene elaborata dal sistema integrato di gestione elettronica che, sulla base di diversi parametri (per esempio lo stato di carica delle batterie), ripartisce opportunamente la potenza tra i due motori. In condizioni di decelerazione e frenata, il sistema di controllo recupera e accumula energia nella batteria; energia che nei normali veicoli viene perduta.
Le modalità ibride sono state pensate nell'ottica di ottimizzare le prestazioni, i consumi e la capacità di ricarica delle batterie dello scooter.
In modalità puro elettrico, invece, Hybrid disinserisce il motore a scoppio, trasformandosi in un silenzioso veicolo elettrico a zero emissioni gassose.
Particolarmente utile nelle manovre di parcheggio è infine la modalità retromarcia, che utilizza la spinta del propulsore elettrico. Inoltre il controllo di tipo Ride-By-Wire, non solo consente al sistema di controllo la gestione più opportuna dell'erogazione di potenza combinata dei due motori, ma "obbliga" anche il motore termico a lavorare nei punti di massima efficienza, riducendo così il consumo specifico, con evidenti vantaggi in termini di minor consumo e di minori emissioni.
Tanta tecnologia c'è, ma non si vede. Dal punto di vista estetico Piaggio Mp3 Hybrid è identico al veicolo a propulsione "tradizionale" da cui deriva: riprende infatti tutte le doti di sicurezza e divertimento nella guida che stanno decretando il successo della famiglia Piaggio Mp3.
Le batterie di trazione sono "nascoste" nel vano sottosella, che mantiene anche uno spazio sufficiente ad alloggiare un casco ed altri oggetti. Il livello di carica delle batterie è sempre sotto l'occhio del conducente, grazie a un indicatore integrato nel cruscotto.
La ricarica tramite rete elettrica avviene semplicemente attraverso un normale cavo elettrico da inserire, a quadro spento, nell'apposita presa. Il tempo di ricarica è di circa 3 ore.


Lo scooter, fortemente innovativo, il primo al mondo a usare questo sistema per un motoveicolo, sarà commercailizzato prima in Francia e in Italia a fine settembre, nello stesso mese inzierá la produzione, e sará venduto al prezzo di 9.000 euro.

Si tratta di «un nostro asset tecnologico - ha spiegato Colaninno - che modificherà
certamente la strategia della Piaggio. È un bagaglio tecnologico che è solo agli inizi: lo sviluppo negli anni genererá altri prodotti, e anche se fra 5-7 anni sarà superato inidca una strada che nel mondo susxciterá grande ineteresse».


Il gruppo ha investito 10 milioni di euro solo per lo sviluppo della tecnologia legata alla motorizzazione ibrida, ma si tratta un investimento che guarda al futuro e che permetterà lo sviluppo di veicoli esclusivamente elettrici - come ha spiegato il responsabile dello sviluppo del prodotto e delle corse del Gruppo Piaggio Leo Francesco Mercanti.

© Riproduzione riservata