Motori24

Vespa Px, il ritorno del mito made in Italy

  • Abbonati
  • Accedi
SCOOTER

Vespa Px, il ritorno del mito made in Italy

  • –di Marina Terpolilli

Trentaquattro anni e non li dimostra. Eppure la Vespa Px con il suo design esclusivo dal sapore retrò, è una due ruote da record per longevità e popolarità, con oltre tre milioni di esemplari venduti in tutti i Continenti. Ora lo scooter di Pontedera è stato rivisitato pur restando molto aderente al primo modello del '77, con il suo stile pulito e inimitabile e con il suo cambio a quattro marce al manubrio. In più c'è un motore due tempi Euro3, ma anche un livello di finitura e di cura per il dettaglio molto superiore a quello di 34 anni fa.

Le modifiche rispetto al modello originale sono orientate alla sicurezza, come testimonia il sistema frenante a disco sull'anteriore (al posteriore resta il tamburo), e all'ecologia come dimostra l'evoluzione del motore due tempi dotato ora di catalizzatore per rispettare le attuali norme antinquinamento. Per il resto, compresa la scocca metallica autoportante in acciaio, la nuova Px è perfettamente coerente al mito, che fa ancora battere il cuore degli appassionati e dei nostalgici.

È disponibile con due motorizzazioni, con cilindrate di 125 cc e 150 cc, con un listino rispettivamente di 3.350 euro e 3.550 euro. Entrambi i motori come da tradizione sono raffreddati a circolazione forzata d'aria e adottano l'accensione elettronica Cdi per contenere le emissioni. Si avviano con lo starter elettrico ma nello stesso tempo mantengono l'avviamento kick starter, l'indimenticabile pedivella. Resta la sospensione anteriore a braccetto oscillante, che "fa molto Vespa", e il mollone posteriore, che lavora sul carter motore. Naturalmente pure i cerchi sono quelli da 10 pollici che accolgono i tradizionali pneumatici da 3,50".

Inoltre assieme alla Px, il Gruppo di Pontedera ha presentato tre modelli speciali, quali la Vespa Sport, la Touring e la «Vie della moda», per festeggiare i 65 anni di questo fortunato modello, prodotto fino ad ora in oltre 17 milioni di esemplari.

© Riproduzione riservata