Motori24

Subaru Levorg: un nome che sa di evoluzione

  • Abbonati
  • Accedi
WAGON

Subaru Levorg: un nome che sa di evoluzione

  • –di Corrado Canali

Tutta la “storia” della nuova Subaru è riassunta nel suo nome: Levorg l'acronimo di LEgacy eVOlution touRinG. Una sigla che sta soprattutto a significare che l'ultima arrivata sostituisce la Legacy ed è proposta soltanto nella versione station wagon. Lunga 4,69 metri, 10 centimetri in meno della Legacy, e con passo di 2,65 metri, la Levorg offre un abitacolo funzionale, ma anche realizzato con cura con materiali che contribuiscono a creare un ambiente raffinato. Insomma, si apprezza la notevole attenzione costruttiva dell'abitacolo anche per quanto riguarda la cura dei particolari e dei rivestimenti. Apprezzabile lo spazio per le gambe dei passeggeri dei sedili posteriori, che hanno a disposizione ben 85 millimetri.

La station wagon giapponese offre un bagagliaio versatile, a cui si accede tramite un ampio e pratico portellone. Il vano ha una forma regolare con una capacità che varia da 522 a 1.446 litri facilmente fruibili anche grazie al sistema di ripiegamento rapido, tramite levette, delle due sezioni dello schienale posteriore.

La nuova Subaru Levorg è in vendita a 26mila euro per l'allestimento Gt Free che, di serie, offre sette airbag, il cruise control, un sofisticato impianto multimediale per 1.300 euro in più anche con il navigatore e le ruote in lega di 17” e di 30mila euro con quello più completo, Gt-S Sport Style, che aggiunge due sistemi di sicurezza, il monitor dell'angolo cieco dei retrovisori e la retrocamera, le ruote di 19”, il tetto apribile e i vetri posteriori scuri. Apprezzabile l'allestimento di quest'ultimo, che prevede alcuni sistemi di sicurezza sia passiva sia attiva che consentono a questa 4x4 di “muoversi” in tutta serenità.

Sotto il cofano della Levorg c'è un boxer di 1.600 cc da 170 cv. Il quattro cilindri turbo a iniezione diretta di benzina ha un funzionamento simile a quello di un aspirato: è fluido e soprattutto non deve essere tenuto per forza su di giri. Al 1.600 è abbinato il cambio automatico Cvt con modalità sequenziale Lineartronic. Si adatta alle caratteristiche di guida della Levorg grazie alla possibilità di poter contare sui programmi “I Mode” e “S Mode”, che consentono di variare i tempi di risposta sia del motore sia della stessa trasmissione. E quando iniziano le curve la Levorg è un'auto piacevole da guidare e anche intuitiva. Merito dello sterzo con servocomando elettrico e del sistema Active Torque Vectoring, che facilita l'ingresso in curva ed evita le perdite di aderenza.

© Riproduzione riservata