Motori24

Debutta Velar: la quarta e inedita Range Rover

  • Abbonati
  • Accedi
sport utility

Debutta Velar: la quarta e inedita Range Rover

Non è un'Evoque di taglia Xl né una Range Rover Sport in scala ridotta. Molto più semplicemente è la quarta componente della famiglia più ricercata e lussuosa di casa Land Rover. Si chiama Velar ed è un modello tutto nuovo, che si pone tra gli altri dello schieramento Range Rover e, nel contempo, s'inserisce nel settore di Suv & Crossover in maniera innovativa. Infatti, la Velar (la denominazione richiama quella dei prototipi di pre-serie della Range Rover del 1969 identificati da un acronimo che sintetizzava i termini Vee Eight Land Rover) ha l'ambizione di presentarsi con una personalità e soluzioni, che in rapporto ai tempi, sono distintive quanto quelle portate alla ribalta dalla capostipite di tutti i Suv di lusso.

Range Rover Velar. Il debutto a Londra

Basata sull'architettura della consanguinea Jaguar F-Pace estesamente realizzata in alluminio e lunga circa 4,80 m, la Velar si presenta più che come un Suv-coupé, tipo Bmw X4 e X6 nonché Mercedes Glc e Gle Coupé che sono state estrapolate da modelli già esistenti, come una Suv-shooting brake. In sostanza, si può si può azzardare a definirla come la prima Suv coupé-station wagon. Questa personalità non è tradita tanto da quello che trasmettono le immagini, ma emerge osservandola accanto alle consanguinee e in movimento. E' determinata non solo dal frontale pronunciato, dalle proporzioni e dalla distribuzione dei volumi che spinge all'indietro quello dell'abitacolo e dal padiglione leggermente spiovente ma, soprattutto, dal rapporto fra lunghezza, larghezza e altezza nonché dall'evoluzione del linguaggio stilistico dello schieramento Range Rover.

In sostanza, si definisce sulla falsariga di quello portato alla ribalta dalle Land Rover Discovery. E' caratterizzato da superfici tese e levigate che, in un sol colpo, creano una silhouette slanciata e suggestioni che irrobustiscono i lineamenti come ci si attende da un Suv. La più aerodinamica della Range Rover (il Cx è di 0,32) propone anche stilemi caratterizzanti, come le maniglie delle porte a scomparsa che all'occorrenza fuoriescono dalle loro sedi come cassettini, e personalizzazioni che attraverso tratti caratterizzanti e abbinamenti cromatici accentuano la sportività dell'aspetto, come nel caso delle varianti R-Dynamic.
Oltre che esternamente la Velar si caratterizza marcatamente anche nell'abitacolo, dove lo spazio non manca grazie all'azzeccato rapporto tra forma e dimensioni esterne che premia la volumetria dell'interno.

Infatti, l'attenzione posta nei confronti dell'ergonomia si riflette sia nei confronti del design che crea un'atmosfera ricercatamente essenziale sia nella razionalità dell'ambiente. Il merito, principalmente, va attribuito al nuovo sistema d'infotainment Touch Duo Pro. E' costituito da due display ad alta definizione da 10”: quello superiore integra le funzionalità della navigazione e della connettività e può essere inclinato per garantire a chi guida un'istintiva consultazione, quello inferiore è posto sulla consolle centrale e permette di gestire le funzioni della climatizzazione nonché quelle della configurazione vettura. Inoltri, satelliti touch a sfioramento sul volante permettono di gestire altre funzionalità. Il risultato si traduce in una plancia e una consolle centrale che non sono contagiate da interruttori e altri comandi.

Rimanendo all'interno della Velar va ancora aggiunto che sulle versioni top di gamma si può optare per rivestimenti della selleria in tessuto e materiali riciclati, sviluppati Kvadrat il maggiore produttore europeo di tessili pregiati, anziché in pelle. Una scelta inusuale, specie pensando che questa di solito le versioni entry-level offrono rivestimenti di serie in tessuto e a richiesta in pelle. Tuttavia, non è solo destinata a soddisfare la praticità ma, sebbene venga solo mormorato, anche coloro che sono vicini al mondo vegano-vegetariano seguendo una tendenza in continua crescita.

Sotto le vesti della Velar, oltre alla trazione integrale intelligente e al Terrain Response 2 nonché ai più avanzati sistemi destinati a imprimere alla vettura la forma atletica ottimale su ogni tipo di fondo e percorso, si ritrova lo schieramento di motori della F-Pace. Include sia unità turbodiesel, i 2 litri con 180 e 240 cv oltre al V6 di 3 litri con 300 Cv, sia a sovralimentate a benzina di 2 litri con 250 cv e V6 di 3 litri con 380 cv. Tutte s'abbinnao unicamente al cambio automatico a 8 marce.
La famiglia della Velar sarà disponibile in Italia dalla prossima estate declinata negli allestimenti S, Se ed Hse. Per ora sono noti solo i prezzi con cui la Velar è già in vendita in Germania: vanno da 56.000 a 91.000 Euro. Al debutto è proposta anche la versione First Edition, che sembra ormai inevitabile nel settore Premium, in vendita a 109.000 Euro.

© Riproduzione riservata