Motori24

Bmw e Jlr rilanciano su elettrico ed ibrido

  • Abbonati
  • Accedi
auto

Bmw e Jlr rilanciano su elettrico ed ibrido

Jaguar Future-Type Concept
Jaguar Future-Type Concept

La macchina di Diabolik diventa elettrica mentre Bmw rilancia la sfida sulle auto alla spina ridefinendo in chiave anti-Tesla la propria strategia tecnologia e industriale. Due annunci di ieri che confermano quanto il tema dell’elettrico sarà centrale al salone di Francoforte di settimana prossima con tutte le case impegnate sul fronte delle auto ad emissioni zero o molto basse per rispondere a esigenze ambientali e a normative sempre più restrittive.

Jaguar Land Rover ha ribadito il suo impegno sul fronte dell’elettrificazione con un’operazione ad elevato effetto wow che mette in contatto passato e futuro: ha svelato una Jaguar E-Type Convertible d’epoca, che denominata Zero (come le emissioni che produce) è stata trasformata in elettrica.

È il simbolo della rivoluzione a ioni di litio in atto nell’industria e simboleggia le prossime mosse dell’intero gruppo Jaguar Land Rover che, per espressa dichiarazione del ceo Ralf Speth intervenuto al Tech Fest di Londra (una tre giorni sul ruolo della tecnologia nel rimodellare l’industria dell’auto), produrrà, a partire dal 2020, solo modelli “elettrificati” e questo, si badi bene, non vuol dire soltanto auto elettriche ma soprattutto ibride e ibride plug-in). La mossa, analoga a quella di Volvo annunciata a luglio, era stata anticipata nei mesi scorsi con la definizione del primo modello Jaguar totalmente elettrico: si chiama I-Pace, è un suv, avrà un’autonomia di circa 500 km e debutterà il prossimo anno. Il gruppo inglese (controllato dall’indiana Tata) guarda però più avanti e, assieme alla E-Type a batteria, ha annunciato ieri i piani per i modelli futuri che discenderanno da un concept (Future Type) che esaspera le quattro parole di moda nel mondo dell’auto: Autonomous, Connected, Electric e Shared (autonomia, connettività, elettricità e condivisione). Tecnicamente più intrigante il Future-Type, è un concept virtuale e visionario che immagina un’auto dalla singolare configurazione interna a 2+1 ed esplora la mobilità del 2040 con l’idea che in un futuro non troppo lontano le auto, elemento dell’internet delle cose, saranno non di proprietà, guideranno da sole e connesse fra loro oltre ché con le persone, le case e il resto del mondo.

Il gruppo Bmw invece lancia la strategia green (e hi-tech) più imponente della sua storia. Una strategia che sembra dire: «Tesla chi?». Il numero uno del gigante di Monaco, Harald Kruger, ha infatti annunciato che a partire dal 2025 (data ormai totemica per tutte le case) introdurrà sul mercato 25 modelli elettrificati e cioè veicoli elettrici puri e ibridi ricaricabili) di cui dodici vetture elettriche pure (Bev) e gli altri 13 basati sulla tecnologia ibrida dei 48 Volt (un motore elettrico aiuta quello termico) e di quella ibrida plug-in ricaricabile Phev. Il piano è trasversale su tutti le serie e tutti i marchi non a caso nei giorni scorsi è apparsa la nuova generazione della Mini elettrica che in veste di prototipo sarà in vetrina a Francoforte 2017. Ma non solo: il processo di elettrificazione avviato da Bmw coinvolgerà anche i modelli della Serie M oltre che il marchio di lusso Rolls-Royce, aprendo a una serie di evoluzioni tecniche inedite. L’obiettivo del gruppo che quest’anno ha venduto 100mila vetture elettriche ed ibride plug-in punta ad incrementare l’autonomia delle elettriche fino a 700 km e delle ibride ricaricabili fino a 100 km.

Qui entrano in ballo forti investimenti in tecnologia: Bmw infatti ha messo 200 milioni in un centro di ricerca interno specializzato in batterie. Krüger ha confermato anche che al Salone di Francoforte svelerà una show car che, anticipando il terzo modello dell’attuale gamma elettrifica si posizionerà tra le attuali i3 e i8. Un annuncio a sorpresa che apre la strada a un prodotto del quale fino ad ora non esistevano notizie certe e che rende concreta l’ipotesi di un terzo modello della famiglia “i”, più volte smentito nel recente passato Nel 2021, dice Krüger, arriverà la iNext che elettrica e a guida fortemente automatizzata sarà il primo modello di una nuova era digitale superconnessa.

© Riproduzione riservata