Motori24

Bmw: acquisisce Parkmobile, il fornitore di «parcheggi…

  • Abbonati
  • Accedi
Motori

Bmw: acquisisce Parkmobile, il fornitore di «parcheggi digitali»

Reuters
Reuters

Il gruppo Bmw ha annunciato oggi l'acquisizione di Parkmobile, un'azienda di Atlanta (Georgia) che si occupa di «soluzioni digitali di parking»: servizi per cercare e pagare via smartphone parcheggio. «Un tasto dolente che causa fino al 30% del traffico» spiega Peter Schwarzenbauer, responsabile dei marchi Mini, Rolls-Royce, Bmw Motorrad, Customer Engagement e Digital Business Innovation Bmw Group. Il gruppo deteneva una quota della società fin dal 2014, ma l'accordo di oggi le consente di mettere mano sull'intero pacchetto azionario e i 100 dipendenti del suo quartier generale di Atlanta. I servizi di Parkmobile sono già utilizzati in 300 città statunitensi, incluse New York, Philadelphia e Phoenix. Se si aggiunge anche l'Europa, il bacino di utenti raggiunge i 22 milioni di clienti e 1000 comuni. Prima dell'accordo con il colosso tedesco dell'automotive, Parkmobile aveva incassato 6,3 milioni di dollari in finanziamenti.

Come funziona
I servizi di Parkmobile possono essere utilizzati da automobilisti di tutti i marchi di veicolo e consentono di parcheggiare in strada senza pagare in contanti, attraverso una app o direttamente dalla vettura. Il servizio aiuta anche gli utenti a rintracciare, prenotare e pagare il parcheggio fuori strada in garage, oltre ad utilizzare alcuni servizi collegati. Secondo dati riportati dal sito TechCrunch, Parkmobile ha veicolato solo l’anno scorso 50 milioni di transazioni da parte di clienti in cerca di parcheggio nel Nord America, e raggiunto otto milioni di utenti registrati. Prima dell’acquisizione, l’azienda aveva giù collaborato con Bmw per la realizzazione di servizi all’interno delle sue vetture e «si aspetta di fare lo stesso, ora che sono una cosa sola».

© Riproduzione riservata