Motori24

1/6 La crisi del diesel / Alimentazione bifuel a benzina e a metano

  • Abbonati
  • Accedi
    powertrain

    La crisi del diesel. Ecco tutte le alternative, i pro e i contro

    Una decisione lampo, che consente alle città tedesche di vietare la circolazione delle auto a gasolio per migliorare la qualità dell'aria. La notizia, che si aggiunge alla scelta di FCA di abbandonare i motori a gasolio dalle auto, esclusi i commerciali, a partire dal 2022, ha scatenato per l'ennesima volta i rumors che danno il diesel ormai prossimo all'uscita di scena dalle gamme prodotto delle Case automobilistiche più importanti. Non sarà così, però e non in tempi brevi, anche perché i propulsori a gasolio di ultima generazione, oltre a un livello di emissioni inquinanti sensibilmente più basso, sono sempre competitivi per i consumi contenuti sia in città sia nelle percorrenze in autostrada e nei tracciati extraurbani. Questo ovviamente non significa che le alternative ai motori a gasolio non esistano. Vediamo le principali

    1/6 La crisi del diesel / Alimentazione bifuel a benzina e a metano

    L'Italia è il primo mercato europeo per la commercializzazione di vetture bifuel a benzina e a metano. Si tratta di automobili equipaggiate con due serbatoi separati dove la benzina è da considerare il carburante di emergenza. Il metano riesce a sfruttare meglio la potenzialità del motore rispetto agli altri combustibili, inoltre brucia nelle camere di scoppio in maniera pulita ovvero senza produrre residui di combustione carboniosi che incrostano ed intaccano le parti del motore con cui vengono a contatto prolungando in maniera notevole il tempo fra un cambio olio ed un altro. Altro componente fondamentale è il commutatore installato nell'abitacolo e collegato alla centralina che gestisce l'impianto a gas. Questo elemento consente di visualizzare la quantità di metano presente nel serbatoio e di commutare l'alimentazione dell'autovettura da benzina a metano e viceversa. Quest'ultima operazione avviene automaticamente, rendendo possibili gli avviamenti a freddo utilizzando la benzina. Per poi passare al metano una volta raggiunta la giusta temperatura del motore. Il gas metano ha un costo d'acquisto molto favorevole, viene calcolato in kg (anziché in litri come le altre tipologie di carburanti) e, attualmente, il prezzo è di circa 0,95 euro/kg.

    Pro: costi di esercizio

    Contro: diffusione della rete di distribuzione

    © Riproduzione riservata