Motori24

Nuova Ford Focus, debutta la quarta generazione. Ecco come è fatta

  • Abbonati
  • Accedi
LANCIO INTERNAZIONALE

Nuova Ford Focus, debutta la quarta generazione. Ecco come è fatta

LONDRA - Sedici milioni di esemplari venduti nel mondo dal debutto nel 1998. A distanza di vent'anni la Ford Focus si svela in una veste completamente nuova, con l'obiettivo di conquistare il segmento delle vetture medie. Se la tendenza dei costruttori è quello di investire maggiormente tra suv e crossover, il marchio dell'Ovale Blu va in controtendenza presentando un modello completamente nuovo disponibile in versione cinque porte e station wagon. Realizzata sulla nuova piattaforma globale C2, si aggiorna su tutti i punti di vista a partire dal design e da un lungo elenco di novità sul fronte della connettività e della sicurezza. Rispettando la tradizione, una voce importante riguarda il piacere di guida come sottolineato dal miglioramento della rigidità torsionale, dal peso diminuito e dal debutto del Drive Mode per cambiare il carattere della vettura tra le modalità Normal, Sport e Eco.

L'uomo al centro del design
La quarta generazione di Ford Focus porta al debutto al debutto della filosofia Human-centric, dove l'auto “abbraccia” chi siede al volante. Questo si è tradotto in uno stile più definito in grado di migliorare l'aerodinamica della vettura. Partendo dal frontale troviamo la grande griglia che sottolinea la dinamicità dell'auto, con accanto i proiettori dalla nuova firma luminosa. Al posteriore i proiettori a Led sono stati divisi in due parti, per permettere un'apertura del bagagliaio più ampia, e spicca la scritta Focus sul portellone. Le dimensioni sono aumentate, con una lunghezza di 4378 millimetri per la cinque porte e 4668 mm per la station wagon, con un volume del vano di carico rispettivamente fino a 1354 e 1653 litri e apertura anche tramite movimento del piede. Nell'attesa di conoscere il listino ufficiale, gli allestimenti saranno cinque: Plus, Titanium, St-Line, l'esclusiva Vignale e la nuova Active che introduce il concetto di crossover nella gamma Focus e si riconosce per l'assetto rialzato di 30 millimetri e per una maggiore protezione agli urti.

Sicurezza e connettività
La lista delle novità in arrivo sulla nuova Ford Focus si allunga in maniera esponenziale alle voci sicurezza e connettività. Tra le tecnologie di assistenza alla guida arriva il cruise control adattivo con funzione di ripartenza e Speed Sign Recognition e Lane Centring. Con l'Adaptive Front Light System e Sign-Based Light si potrà pre-regolare l'illuminazione dei fari per la massima visibilità regolando il fascio luminoso anche in base ai segnali stradali. Tra i debutti l'Head Up Display integrato e l'Evasive Steering Assist (per la prima volta nel segmento C) capace di aiutare i guidatori ad evitare collisioni con veicoli fermi o che procedono lentamente. A bordo spicca lo schermo touch da 8 pollici a centro plancia da dove gestire il sistema di infotainment Sync 3 compatibile tra con Apple CarPlay e Android Auto e collegato al nuovo pad di ricarica wireless. Fra le novità arriva il modem integrato Ford Pass Connect in grado di trasformare l'abitacolo in un ambiente connesso con collegamento wi-fi fino a 10 dispositivi. Tra i servizi offerti anche la possibilità di accesso in remoto alla vettura, localizzare la posizione esatta. Per gli amanti dell'audio ad alta definizione è disponibile in opzione il sistema B&O Play da 675 watt.

Benzina e diesel
Sotto il cofano della nuova Ford Focus troviamo al debutto motorizzazioni benzina e diesel, con potenze da 100 a 150 cavalli. Partendo dai benzina l'offerta comprende il 1.0 EcoBoost negli step di potenza da 100 e 125 cavalli, con emissioni di anidride carbonica da 107 grammi per chilometro. Tra le caratteristiche del motore EcoBoost spicca la disattivazione dei cilindri in determinate situazioni di marcia, come quando è inserita la funzione Coasting. Sul fronte dei diesel invece è disponibile il nuovo 1.5 EcoBlue in versione da 95 e 120 cavalli, entrambi con 300 Nm di coppia massima e 91 g/km di CO2 nella versione cinque porte. Per chi cerca maggiore potenza non manca il 2.0 EcoBlue da 170 cavalli e 370 Nm di coppia massima abbinabile anche al nuovo cambio automatico a 8 rapporti. Optional anche sulle motorizzazioni EcoBost 1.0 125 Cv e EcoBlue 1.5 120 Cv, è in grado di valutare i diversi stili di guida e il percorso affrontato per ottimizzare i tempi di cambiata e garantire cambiate il più fluide possibili.

© Riproduzione riservata