Motori24

Dossier Audi e la Formula E, un impegno tecnologico che affonda nella storia del…

  • Abbonati
  • Accedi
Dossier | N. 37 articoliSpeciale Formula E: gare, macchine e tecnologia

Audi e la Formula E, un impegno tecnologico che affonda nella storia del motorsport

Da sempre il motorsport è il banco di prova delle tecnologie che troveremo poi sulle auto di serie di domani. Ma per l'Audi è una tradizione. Basti pensare alla trazione integrale Quattro, sviluppata nei rally negli anni '80. E ancora allo sviluppo dei motori TFSI e TDI sui prototipi del Mondiale Endurance. O ancora ai fari laser, ereditati dalla R8 stradale dopo l'esperienza della R18 nelle lunghe notti trascorse in pista alla 24 ore di Le Mans.

E adesso anche nella Formula E, dove il brand dei “quattro anelli” è coinvolto sin dalla prima gara a Pechino, fino alla alla quarta stagione, quella di quest'anno, dove ha debuttato come team ufficiale con il campione in carica Lucas Di Grassi e Daniel ABT. Da molti anni Audi riflette su come le auto elettriche possano essere impiegate nelle competizioni automobilistiche, ora la Formula E è il campionato che registra la crescita più veloce al mondo per quanto riguarda la partecipazione delle Case automobilistiche. E Audi è della partita fin dal primo giorno anche grazie ad ABT, da anni al nostro fianco per il DTM.

Lucas di Grassi che ha gareggiato per noi anche nel WEC, è stata da subito coinvolto nello sviluppo della vettura all'interno della struttura che si occupa dell'organizzazione della Formula E. All'Audi sono quindi sempre più attenti a quello che succede dopo aver compreso velocemente le potenzialità della Formula E. E cioè un modello di motorsport davvero sostenibile, compatibile di conseguenza con le nuove strategie del brand che ha già annunciato l'elettrificazione della gamma: nel 2025 un terzo dei modelli sarà elettrico o ibrido.

A partire dal suv e-tron atteso entro la fine del 2018, seguito dalla gran turismo cinque porte. Grazie alla partecipazione nella Formula E, Audi dimostra anche negli sport motoristici come stia vivendo una fase di grande cambiamento e per diventare un'azienda in grado di offrire soluzioni di mobilità orientate al futuro. Con la nostra idea di mobilità elettrica sportiva, Audi traduce in realtà la filosofia “All'avanguardia della tecnica”, mostrando quanto si possa divertire il conducente-pilota di un'auto elettrica.

La Formula E pur essendo un campionato giovane, è in piena espansione. E il collegamento tra sport e prodotto è evidente. Infatti la percentuale di auto elettriche è in crescita e il fatto che le gare di Formula E, hanno luogo in metropoli come Hong Kong, Parigi, San Paolo, New York, Montreal e quest'anno anche Roma dimostra come la “formula” abbia intuito le potenziale del contesto urbano per questo tipo di vetture. Gli spettatori assistono alle competizioni lungo tutto il percorso di gara e anche questo è di sicuro un modo per avvicinare le persone che in caso contrario non sarebbero mai entrate in contatto con le competizioni automobilistiche. Inoltre la Formula E non è in competizione in contrasto con i campionati già esistenti.

Si tratta al contrario di un'integrazione con le altre discipline e definisce così nuovi gruppi target per gli sport motoristici. A quanti guardano ancora con un pò di scetticismo alla nuova disciplina basterebbe prendere parte di persona a un evento legato alla Formula E.

Nell'E-Village, infatti, gli spettatori interessati alla tecnologia e aperti alle innovazioni potrebbero trovare tante attrazioni ad attenderli. Inoltre, la Formula E è sempre un bello spettacolo da vedere in diretta. In occasione della tappa romana di Formula E, la Casa dei “quattro anelli” propone un'autentica anteprima: si tratta della la concept Audi Vision e-tron Vision completamente elettrica.

Sviluppata in origine per gare virtuali su PlayStation 4, il concept Audi è diventata un'auto vera realizzata come supporto alle gare di Formula E.

A partire dalla gara di Roma la Audi e-tron Vision Gran Turismo sarà schierata come una sorta di taxi in pista. I clienti e gli ospiti del marchio dei “quattro anelli” potranno, infatti, sperimentare i circuiti cittadini della Formula E come passeggeri della Audi e-tron Vision Gran Turismo a partire proprio dalla gara di Roma. I tecnici del centro di pre-produzione Audi hanno, infatti, sviluppato e prodotto questa vettura unica nel suo genere in appena undici mesi, basandosi sull'esempio della Audi e-tron Vision Gran Turismo del gioco per PlayStation “Gran Turismo”.

L'Audi e-tron Vision Gran Turismo saràla prima concept car ad essere schierata sulle piste da corsa del mondo reale come auto completamente funzionale.

“Questo è ciò rende particolarmente orgogliosi - ha spiegato Marc Lichte, responsabile del Centro stile di Audi - sebbene il design di un veicolo virtuale permetta molta più libertà e la realizzazioni di concetti che sono difficili da sviluppare nella realtà, non volevamo mettere un concept puramente fittizio su strada. Il nostro obiettivo era, infatti, un'auto completamente funzionale.

La Audi e-tron Vision Gran Turismo dimostra che la mobilità elettrica di Audi sarà molto emotiva. Quest'auto, infatti, incorpora numerosi elementi del nuovo linguaggio di design che sarà quello tipico dei nostri futuri modelli elettrici e-tron”.

© Riproduzione riservata