Motori24

Jeep, tutti i numeri e i modelli in arrivo del marchio più importante…

  • Abbonati
  • Accedi
analisi

Jeep, tutti i numeri e i modelli in arrivo del marchio più importante di Fca

Jeep è diventato, in questi ultimi anni, il brand di riferimento per il gruppo FCA. Grazie ad un lungo processo di delocalizzazione della produzione supportato da un'espansione e da un profondo rinnovamento della gamma di modelli, Jeep ha registrato un'incredibile crescita delle unità vendute, macinando record su record. Per il 2018 il marchio americano ha come obiettivo il raggiungimento del target di 2 milioni di unità vendute in tutto il mondo. Nel 2014, anno di inizio del piano industriale che si concluderà a dicembre, Jeep vendeva poco più di 700 mila unità in tutto il mondo.

Il nuovo piano industriale di FCA, che sarà portato avanti da Mike Manley, successore di Marchionne e numero uno di Jeep dal 2009, metterà definitivamente il brand americano al centro del gruppo. Entro il 2022, l'ultimo anno del nuovo piano industriale, la gamma di Jeep sarà completa ed andrà a coprire tutti i segmenti di mercato grazie al lancio del nuovo “mini suv” Baby Renegade, che Jeep definisce come un modello di segmento A/B, e della nuova Grand Wagoneer che andrà ad occupare il segmento F. In arrivo c'è anche lo Scrambler, inedito pick-up basato sulla nuova generazione della Wrangler che darà un'ulteriore spinta alla crescita in Nord America.

A completare le novità del futuro del brand c'è l'addio al diesel e l'avvio di un processo di elettrificazione completa della gamma. Entro il 2021, infatti, tutti i modelli della gamma del brand americano potranno contare su di una variante elettrificata. Jeep punta a raggiungere una quota di mercato a livello mondiale pari ad una Jeep venduta ogni 12 SUV. Al termine dell'attuale piano industriale, tale rapporto è di 1 su 17.

La delocalizzazione della produzione (oggi Jeep produce oltre che in Nord America anche in Italia, nello stabilimento di Melfi, in Brasile, in Cina ed in India) ed una diversificazione dell'offerta, con nuovi modelli in grado di soddisfare le richieste dei vari mercati internazionali, sono alla base del successo del marchio americano in questi anni.

Nel 2014, il lancio del crossover compatto Jeep Renegade, oggi prodotto nello stabilimento italiano di Melfi (per l'area EMEA ed il Nord America), a Goiana in Brasile (per il Sud America) e a Guangzhou per il mercato cinese, ha dato il via al processo di trasformazione del brand. Il crossover nel 2017 ha superato quota 250 mila unità vendute su base annua considerando solo i suoi principali mercati (Europa, USA, Canada, Cina e Brasile).

La diversificazione dell'offerta di Jeep si è concretizzata con il lancio della nuova Jeep Compass, il modello probabilmente più “globale” di Jeep. Il SUV compatto, presentato a fine 2016, viene prodotto, sulla base di una versione allungata della piattaforma della Renegade, a Toluca in Messico (per Nord America ed Europa), a Goiana in Brasile (per il Sud America) e a Guangzhou per il mercato cinese. La nuova Compass è anche il primo modello prodotto in India da Jeep, per il mercato locale, nel sito di Ranjangaon.

Da tempo, si parla di un possibile inizio della produzione in Italia della Compass che, per l'area EMEA, viene oggi assemblata in Messico. È probabile, in ogni caso, che il secondo modello Jeep ad essere prodotto nel nostro Paese sarà il Mini SUV, la nuova entry level del marchio, che verrà presentata nei prossimi anni.

I SUV di grandi dimensioni, come la nuova generazione della Jeep Wrangler, la Jeep Cherokee, che ha appena ricevuto il restyling di metà carriera, e l'ammiraglia Grand Cherokee sono le armi vincenti di Jeep per il mercato interno. Negli USA, infatti, questi tre modelli rappresentano da soli più del 70% delle vendite complessive mentre Renegade e Compass valgono insieme poco meno del 30% delle vendite del marchio.

Di seguito, vediamo quali sono i risultati di vendita ottenuti da Jeep nei principali mercati mondiali nel corso del primo semestre del 2018, grazie ai dati raccolti da carsitaly.net con un'analisi dettagliata dei volumi di vendita dei singoli modelli del marchio.

Record di vendite per Jeep in Nord America grazie alla nuova Wrangler
Il successo di Jeep di questi ultimi anni è certificato dai risultati di vendita ottenuti dal marchio in tutto il mondo partendo dal mercato interno, il Nord America, e sino ad arrivare a mercati, come l'Europa, il Sud America e l'Asia, in cui sino a 5 anni fa Jeep era un brand di nicchia o un marchio completamente assente (è il caso della Cina). I dati di vendita di Jeep di questa prima parte di 2018 mettono in evidenza, in modo completo, il processo di crescita del brand ed il successo dell'attuale piano industriale.

Gli USA sono il primo mercato di Jeep che nel primo semestre ha venduto negli States ben 495 mila unità registrando una crescita percentuale del +21%. Al termine del 2018, il marchio americano potrebbe superare quota un milione di unità vendute negli Stati Uniti, ben 300 mila unità in più di quanto venduto nel 2014. Ai risultati negli USA vanno aggiunte le 41 mila unità vendute in Canada nel corso del primo semestre dell'anno, un dato che in termini percentuali si traduce in una crescita del +22%.

A trascinare le vendite di Jeep in Nord America è la nuova generazione della Jeep Wrangler, uno dei modelli più iconici del marchio. La nuova Wrangler, in vendita da fine 2017 oltreoceano, ha raggiunto nel primo semestre del 2018 quota 133.492 unità vendute negli USA (+35%) e 16.396 unità vendute in Canada (+100%). Ottimi dati di vendita arrivano anche dalla Cherokee che, grazie al restyling di metà carriera arrivato ad inizio anno, ha raggiunto quota 113.719 mila unità vendute (+40%) negli USA e 11.234 unità vendute in Canada. In leggero calo la Grand Cherokee che contribuisce, in ogni caso, con importanti volumi di vendita. L'ammiraglia del marchio americano ha venduto nel primo semestre un totale di 109.313 unità negli USA (-6%) e 7.543 unità in Canada (-15%).

In Nord America, Jeep è presente anche con Compass e Renegade. Per quanto riguarda la nuova Compass, le vendite totali nel primo semestre dell'anno sono pari a 87.510 (+240%) negli USA e 5.870 (+186%) in Canada. Per la Renegade, che viene prodotta in Italia e poi esportata in Nord America, invece, le vendite sono pari a 50.439 unità negli USA (-6%) ed a 850 unità in Canada (-56%).

L'Italia spinge le vendite europee di Jeep verso un nuovo record
L'Europa, un mercato dove Jeep vendeva nel 2013 meno di 25 mila unità, è diventata una risorsa importante per il brand americano che ha chiuso il primo semestre del 2018 con un totale di 90.287 unità vendute ed una crescita percentuale del +67% rispetto ai dati del 2017. La quota di mercato di Jeep è ora leggermente superiore all'1%. Al termine dell'anno, il marchio americano supererà ampiamente quota 150 mila unità vendute avvicinandosi sempre di più alla soglia delle 200 mila unità vendute in Europa.

Per quanto riguarda le vendite dei singoli modelli ci sono da segnalare le 40.647 unità vendute della Jeep Compass che ha debuttato in Europa la scorsa estate confermando, sin dalle prime settimane di commercializzazione, la sua capacità di attirare le attenzioni della clientela. La Compass in Europa nei primi 6 mesi dell'anno supera di poco anche la Renegade, come detto l'unico modello Jeep prodotto da FCA in Europa, che con un totale di 40.598 unità registra un calo percentuale del 3.3%.

Come prevedibile, il ruolo dei SUV di grandi dimensioni (Wrangler, Cherokee e Grand Cherokee) nel determinare i risultati di Jeep è sicuramente più limitato in Europa rispetto ad altri mercati, come il Nord America. Il futuro Mini SUV giocherà un ruolo importante per garantire un'ulteriore crescita del brand.

La crescita delle vendite di Jeep in Europa è legata a doppio filo alla crescita delle vendite in Italia. Il mercato italiano, infatti, vale più del 50% dei volumi complessivi di Jeep in Europa. Nel nostro Paese, Jeep ha venduto un totale di 48.044 unità nel corso del primo semestre registrando una crescita percentuale del +100,8% rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno. Jeep ha una quota di mercato del 4,29% in Italia ed, oramai per distacco, il secondo brand di FCA nel nostro Paese dietro a Fiat che guida il gruppo con 200 mila unità vendute.

Tra i modelli Jeep più venduti nel nostro Paese (il dato è relativo al primo semestre completo del 2018) c'è l'italiana Renegade che raggiunge quota 24.359 unità distribuite con una crescita percentuale del +14,7%. Ottimi dati anche per la Compass che ha venduto un totale di 22.248 unità confermando gli ottimi risultati ottenuti nella seconda parte dello scorso anno.

Cina ed India: l'espansione di Jeep è appena iniziata ma la strada è ancora lunga
In Cina, un mercato dove Jeep è presente dal 2015, le possibilità di crescita sono ancora enormi. Sul mercato cinese, infatti, il marchio Jeep ricopre ancora un ruolo di nicchia, a causa di una rete di distribuzione ancora da affinare e di una serie di normative che, in questi ultimi mesi, hanno rallentato le vendite delle vetture di importazione.

Jeep ha ancora molta strada da fare ma ha tutte le potenzialità per incrementare i volumi di vendita nel corso dei prossimi anni. Il successo del brand in Cina è, senza dubbio, uno degli obiettivi principali del nuovo amministratore delegato di FCA Mike Manley che, nei suoi anni da numero uno di Jeep, non è riuscito a mettere a punto una strategia vincente per sostenere la crescita di Jeep.

Nel corso del primo semestre del 2018, il brand ha venduto un totale di 70 mila unità con un calo percentuale del -34% ed una quota di mercato stabile a 0.5%. La Jeep Compass, prodotta come detto in Cina, vale circa la metà delle vendite del brand (34.091 unità con una flessione del -9%). A completare le vendite di Jeep troviamo la Renegade (11.264 e -45%) e la Cherokee (21.878 e -55%).

Il marchio americani, nel corso del secondo trimestre del 2018, ha lanciato in Cina il nuovo Jeep Grand Commander, nuovo SUV a sette posti, prodotto nello stabilimento GAC Fiat di Changsha che permetterà al brand di espandere la sua presenza in un segmento di mercato particolarmente redditizio.

La Compass è un progetto determinante per il successo del brand in Asia come conferma la scelta di FCA di produrre il SUV, dalla scorsa estate, anche in India, un mercato da 3 milioni di unità vendute all'anno in cui il peso del settore premium sta diventando, a poco a poco, sempre più determinate. In questo primo semestre del 2018, Jeep ha venduto un totale di 11.123 unità di Compass in India raggiungendo una quota di mercato complessiva dello 0,65.

Il mercato brasiliano trascina le vendite di Jeep in Sud America
Il Brasile, mercato principale del Sud America e sede della produzione di due modelli del brand (Compass e Renegade), sta dando un importante contributo alla crescita di Jeep. Nel corso del primo semestre, infatti, il marchio ha venduto 49.769 unità registrando una crescita del 23.3% rispetto al primo semestre dello scorso anno e raggiungendo una quota di mercato del 5.2%. Il risultato è molto significativo, soprattutto se si considera che Jeep ha debuttato in Brasile, con la Renegade, soltanto nel 2015. In futuro, FCA potrebbe avviare la produzione di un terzo modello Jeep, il Mini SUV per il mercato sudamericano, a Goiana, accanto a Renegade e Compass. Per quanto riguarda le vendite di Jeep sul mercato brasiliano in questo primo semestre del 2018 bisogna segnalare i risultati ottenuti dalla Compass, che ha raggiunto quota 28.194 unità vendute con una crescita percentuale del +28,1%, e dalla Renegade, arrivata sino a quota 21.430 con una crescita del +20.4%.

Il mercato sudamericano giocherà un ruolo importante nella crescita di Jeep nel corso dei prossimi anni. Oltre al Brasile, ad esempio, anche l'Argentina, seppur con volumi complessivi inferiori, rappresenta un mercato con ampi margini di crescita per Jeep. Nel corso del primo semestre, il marchio americano ha venduto in Argentina un totale di 8.348 unità (125%) con 6.640 unità di Renegade e 1.483 unità di Compass.

© Riproduzione riservata