Motori24

Pirelli aderisce con con 600mila dollari al fondo Onu per la sicurezza stradale

  • Abbonati
  • Accedi
INIZIATIVE

Pirelli aderisce con con 600mila dollari al fondo Onu per la sicurezza stradale

Pirelli è la prima società di pneumatici a supportare il Fondo delle Nazioni Unite “Road Safety Trust Fund” e fornirà un primo contributo di 600.000 dollari (2018-2019). Nel contempo, Filippo Bettini, Chief Sustainability and Risk Governance Officer della società, è stato nominato membro del consiglio del Fondo.

«Il Fondo per la Sicurezza Stradale promosso dalle Nazioni Unite è un'iniziativa importante che Pirelli è lieta di sostenere», ha commentato il vice presidente esecutivo e ceo di Pirelli, Marco Tronchetti Provera. «Per questo (la società) ha subito accolto l'opportunità di parteciparvi proposta dall'Un Secretary-General's Special Envoy for Road Safety, Jean Todt.

La sicurezza stradale è per Pirelli un elemento fondamentale», ha continuato Tronchetti Provera, ricordando che «da tempo collaboriamo con la Fia (Federazione Internazionale dell'Automobile) e con altre istituzioni internazionali per sostenere progetti concreti su questi temi in molti Paesi del mondo. Investiamo molto nell'innovazione tecnologica dei nostri prodotti, come i pneumatici intelligenti che abbiamo recentemente presentato e che permettono di monitorare le condizioni delle gomme e garantire il massimo delle performance in sicurezza».

Con la partecipazione al Fondo, l'obiettivo principale di Pirelli è di aumentare ulteriormente la sicurezza stradale attraverso l'utilizzo di tecnologie innovative. Il contributo a tale fondo - e quindi agli United Nations Sustainable Development Goals, il cui scopo è quello di dimezzare in tutto il mondo gli incidenti mortali entro il 2020 - «rappresenta l'estensione naturale e complementare della mission aziendale», si indica in una nota del gruppo. «Ho il piacere di dare il benvenuto a Pirelli nel supportare il fondo delle Nazioni Unite dedicato alla Sicurezza Stradale. Visto l'interesse crescente, chiedo il sostegno di altri donatori per poter aumentare le risorse più urgenti per intervenire sulla situazione critica della sicurezza stradale», ha affermato l'Un Secretary-General's Special Envoy for Road Safety, Jean Todt. (IL SOLE 24 ORE - RADIOCOR)

© Riproduzione riservata