Motori24

Kia Sportage si rinnova e arriva il mild hybrid

  • Abbonati
  • Accedi
SUV

Kia Sportage si rinnova e arriva il mild hybrid

Un leggero restyling estetico sia esterno che interno, ma tanti nuovi sistemi di assistenza alla guida e soprattutto il mild hybrid sul turbodiesel più potente.
La Kia Sportage, primo esempio di “sport utility vehicle” al mondo, un modello fondamentale per il brand coreano, forte di 5 milioni di unità vendute di cui oltre 137 mila in Italia dal 1993 sulla base delle quattro generazioni lanciate, ma anche la Kia più venduta nel 2017 in Europa: 131 mila unità, uno ogni 69 secondi. Ma la concorrenza aumenta, 26 le novità introdotte nel biennio 2016-2018 e fra 5 anni ne sono stimate 49 in arrivo. E allora la tempistica di aggiornamento si riducono per stare al passo dalla richieste ad esempio di nuove alimentazioni green, ibridi in particolare, ma anche di motori diesel con livelli di emissioni e consumi che li mettano al riparo da restrizioni d'utilizzo.

E così il “model year 2018” della Sportage in vendita dal 15 settembre ha uno stile aggiornato con una nuova griglia anteriore e inedite luci a Led. Ancora più sportiva è la GT Line che, grazie al paraurti ridisegnato, è più lunga di un centimetro. Al posteriore, i gruppi ottici a Led sono più sottili e mostrano una rinnovata firma luminosa. Gli interni sono rimasti quasi invariati, tranne il nuovo volante e i rivestimenti bicolore nero e grigio. Alcuni sistemi di assistenza alla guida sono stati aggiornati, aumentando il grado di sensibilità e di precisione dei radar. Al Forward Collision Avoidance Assist è stata aggiunta la funzione di riconoscimento del pedone, mentre il Lane Keeping Assist risulta più pronto nella correzione della traiettoria. Non manca il Driver Attention Warning, che studia il comportamento del guidatore e ne rileva il livello di attenzione.

Sotto il cofano la nuova Sportage propone un inedito 2.000 cc CRDi diesel da 185 cv AWD, equipaggiato con il sistema Mild Hybrid e il cambio automatico 8 marce.Il quattro cilindri è silenzioso e il sistema a 48V offre a una riduzione di consumi ed emissioni del 7%. Si avverte l'assistenza del generatore durante le fasi di richiesta di potenza, mentre recupera energia sia in frenata che in discesa. L'automatico è veloce e si può cambiare marcia con le palette al volante.
La gamma dei diesel comprende anche il 1.600 cc CRDi da 115 e 136 cv, il primo solo a due ruote motrici e con cambio manuale e il secondo a due o quattro ruote motrici con cambio manuale o automatico 7 marce. Per i motori a benzina la scelta è fra il 1.600 cc T-GDi da 177 cv, manuale o automatico, 2WD o 4WD e il 1.600 cc GDi aspirato da 132 cv disponibile solo a due ruote motrici e con cambio manuale a 6 marce.

E veniamo ai prezzi: l'offerta del nuovo Sportage si semplifica sulla basa su tre allestimenti, Business da 24.500 euro, Energy da 27.000 euro e GT Line da 32.500 euro. Prevista, infine, un'offerta di lancio per la versione Business che fino a tutto il mese di ottobre costa 20.500 euro con inclusa permuta e acquisto con finanziamento.

© Riproduzione riservata