Motori24

Nuova Bmw X5, la nostra prova in anteprima ad Atlanta: ecco…

  • Abbonati
  • Accedi
PRIMO CONTATTO

Nuova Bmw X5, la nostra prova in anteprima ad Atlanta: ecco com’è e come va

ATLANTA (USA) - Il quarto atto di Bmw X5. Dopo tre generazioni e più di 2 milioni di unità vendute dal 1999, il suv dell'Elica si aggiorna radicalmente e introduce numerose novità. Siamo andati ad Atlanta (Georgia, negli Usa) per provarlo su strada e in off-road. L'arrivo sul mercato è previsto per il mese di novembre con un listino che parte da circa 73mila euro.
Costruita nello stabilimento di Spartanburg (Usa), la nuova Bmw X5 introduce tecnologie del tutto inedite per la gamma X confermando le doti di Sports activity vehicle (Sav, secondo la denominazione ideata dalla casa bavarese) che da quasi vent'anni la contraddistinguono. Nuovi i motori tra cui, il prossimo anno, dovrebbe arrivare anche l'ibrido plug-in benzina e ci sono equipaggiamenti di serie molto interessanti, come il display digitale e i fari a Led. Infine, tanto spazio: c'è la possibilità anche della terza fila di sedili.

Dimensioni e design.
Mai una X5 era stata tanto grande, basata sulla piattaforma Clar (Cluster Architecture), la stessa impiegata per la serie 5 e 7, la nuova Bmw X5 è lunga quasi 5 metri, per l'esattezza 4.922 mm ed larga 2.004 mm mantenendo tuttavia le proporzioni che l'hanno storicamente contraddistinta.
L'aumento delle dimensioni ha permesso di allungare il passo di 42 mm (ora 2.975 mm) conferendo al nuovo modello un aspetto imponente e garantendo al contempo uno spazio interno da primato. L'abitabilità di bordo è tanta, il bagaglio ha una capacità di 650 litri che può raggiungere i 1.870 abbattendo il divanetto posteriore.
Nonostante le dimensioni importanti abbiamo notato che si lascia guidare con agilità anche nei piccoli spazi grazie all'asse posteriore sterzante che facilita le manovre alle basse velocità e l'ingresso in curva quando si viaggia a velocità più sostenuta.
Le linee sembrano essersi ammorbidite un po' diventando più tondeggianti. Il frontale è imponente con la calandra doppia più grande e i sottili fari ora disponibili anche con laser adattivo.
I passaruota sono rimasti un po' spigolosi e proteggono le ruote i cui cerchi hanno dimensioni che variano dai 18 ai 22 pollici.
Nella parte posteriore la linea di cintura esibisce una leggera onda che conferisce un impercettibile movimento delle linee che la rendono elegante e sportiva. Il portellone è elettronico e i gruppi ottici sono piuttosto sottili, ricordano quasi quelli delle cugine tedesche di Stoccarda come la Glc.

Interni, connettività e sistemi di assistenza alla guida
Gli interni sono ben curati con materiali di qualità e i comandi posizionati in modo da rendere semplice e immediato l'utilizzo.
Ottimo il cluster strumenti digitale da 12,3 pollici che permette di avere le informazioni sotto gli occhi in qualsiasi momento. Da sottolineare che è di serie. Oltre a questo, sempre standard, c'è il display da 12,3 pollici del sistema di infotainment. Un plus che forse diventa un po' ridondante è l'head-up display.
Di serie sono presenti due porte Usb ed è possibile richiedere anche una ricarica induttiva per smartphone.
Il sistema di infotainment è dotato del sistema operativo 7, il più aggiornato al momento presentato ed è compatibile solo con Apple Car Play e non con Android Auto.
La nuova X5 adotta tutti i più moderni sistemi di assistenza alla guida come il Driving Assistant Professional e il Parking Assistant Plus con Reversing Assistant che registra le manovre effettuate negli ultimi 50 metri, permettendo di uscire dal parcheggio ricordando le manovre d'ingresso.

Motorizzazioni
Tutte le motorizzazioni rispondono alle norme Euro 6-d Temp. Per il mercato italiano arriveranno i due diesel da sei cilindri M50d da 400 cavalli con ben quattro turbocompressori in grado di uno scatto 0 a 100 orari in 5,2 secondi e l'xDrive30d da 265 cavalli e con uno 0-100 di 6,5 secondi.
Infine, per la gamma benzina l'xDrive40i da 340 cavalli in grado di accelerare da zero a cento km orari in 5,5 secondi. Al momento sarà destinato solo al mercato americano l'otto cilindri xDrive50i da 462 cavalli. Tutte le motorizzazioni sono abbinate al cambio automatico steptronic a otto rapporti.

Prova su strada e prezzi.
Per la prima parte della prova abbiamo guidato la diesel xDrive30d da 265 cavalli e una coppia massima di 620 Nm. Lungo le highway americane abbiamo attivato i sistemi di assistenza alla guida per una guida senza stress. Impostando la velocità e la distanza dall'auto che precede, l'auto guida da sé (sempre mantenendo ovviamente le mani sul volante) ed è in grado di fermarsi e ripartire da sola. Inoltre, nonostante i quasi 5 metri di lunghezza, ci ha stupito dell'elevata agilità. Lo sterzo è morbido e diretto.
Abbiamo provato anche le doti in off-road della nuova X5 proprio mentre iniziava a piovere e il terreno si faceva più scivoloso. In questo caso abbiamo testato il benzina xDrive40i da 340 cavalli. In un percorso accidentato e a bassa aderenza ha dimostrato di essere un'auto solida e con buone capacità da fuoristrada. Molto utile ed efficace il sistema di controllo automatico delle discese che ha “guidato” il veicolo nei tratti più ripidi.
Le prime consegne arriveranno per il mese di novembre e i prezzi di listino, come accennato, partono da circa 73mila euro.

© Riproduzione riservata