Motori24

Nel portale «Old Car 24» annunci e informazioni utili per gli…

  • Abbonati
  • Accedi
internet e collezionismo

Nel portale «Old Car 24» annunci e informazioni utili per gli appassionati di auto d’epoca

In uno stand del tutto degno delle sue raggiunte dimensioni, incontriamo Francesco Di Bitetto, fondatore e gestore di questo portale dedicato al collezionismo; di automobili, che è quello che maggiormente ci interessa, ma anche di orologi, imbarcazioni, arte ed orologi: il tutto da poco tempo confluente nell’unico portale OldLuxury 24 in grado di coprire praticamente tutti i campi di interesse dell’uomo contemporaneo. Con lui ci è facile e piacevole fare il punto, a Fiera quasi conclusa, sul mercato delle auto da collezione, a partire da quella infallibile cartina di tornasole che è il numero degli annunci e, ancor di più, delle visite annuali alla sezione di compravendita del sito: rispettivamente 2.700 e oltre 450.000 ed in costante crescita.

Impressionante anche il numero di brochure distribuite in Fiera: oltre trentacinquemila da un gruppo ben affiatato di ragazze vestite con tute da pilota vintage di colore azzurro in perfetta sintonia con i colori ed il tono dello stand. Ove, non a caso, erano esposte vetture rappresentanti le due nicchie oggi più trainanti del mercato: per prima una Jaguar XK 120 OTS del 1950 eleggibile alla Mille Miglia, un dato che appare ormai uno spartiacque della desiderabilità per qualsiasi auto con determinate caratteristiche di vetustà; accanto ad essa due rarissime fuoriserie: una Moretti Alger-LeCap del 1954 ed una Fiat Rendez Vous carrozzata da Vignale su disegno di Giovanni Michelotti su telaio Fiat 600 del 1959.

Ecco: è proprio sul mercato di queste fuori serie che ultimamente si è avuto un risveglio di interesse tanto inatteso quanto inevitabile data la loro estrema rarità e la costante crescita di domanda da parte di un mercato ormai globale da anni; per chi preferisce il collezionismo statico rispetto al cimento fisico-tecnico di una maratona come la Mille Miglia, queste vetture ci paiono il migliore investimento al momento suggeribile.

Una domanda, crediamo, ineludibile per Francesco: come mai una realtà online come questa diventa Media Partner di una Fiera dove tutto è lamiera e gomma così concretamente fruibile? La risposta non è sorprendente, del tutto condivisibile e pone l’accento sulla globalizzazione: «Questo è un progetto globale con sede in Italia, terra del motorismo storico, ma abbiamo referenti in tutto il mondo; ci siamo ritagliati una fetta di mercato e vogliamo essere presenti, esistiamo, non siamo una realtà solo virtuale; si sta assistendo ad un cambio generazionale nel mondo dei collezionisti e noi vogliamo essere presenti accanto a costoro come già lo siamo con quelli della precedente generazione; che comunque ancora rappresentano, è giusto dirlo, il nerbo di questo mondo».

Insomma: l’impressione è che OldCar24 possa, oggi, essere considerato una «casa» per tutti gli appassionati che, senza passare in edicola, desiderano aggiornarsi sui fatti inerenti il mondo del collezionismo attraverso puntuali articoli redazionali ed usufruire, nel contempo, di una frequentatissima vetrina dove offrire o cercare il veicolo d’epoca dei propri sogni.

© Riproduzione riservata