Motori24

Volkswagen venderà auto elettriche a circa 20mila euro

  • Abbonati
  • Accedi
L’INDISCREZIONE

Volkswagen venderà auto elettriche a circa 20mila euro

Come scritto di recente, Volkswagen ha il progetto di abbassare drasticamente il prezzo dei veicoli elettrici che metterà in commercio nei prossimi anni, avvicinandoli al diesel. L’obiettivo, dettagliano Bloomberg e Reuters dopo le indiscrezioni delle scorse settimane, sarebbe di mettere sul mercato auto che costino meno di 20mila euro e inoltre proteggere i posti di lavoro in Germania convertendo tre fabbriche alla produzione di sole auto elettriche. La marca Vw infatti aveva gia fatto trapelare di volere posizionare i modelli d’ingresso della gamma elettrica di vetture “popolari” battezzata I.D. e finora apparsa in vari prototipi a un livello di prezzo corrispondete a quello delle Golf diesel Tdi. Il gruppo di Wolfsburg ha per questo sviluppato una piattaforma modulare battezzata Meb (Modularer Elektrobaukasten) dedicata alle auto 100% alla spina. Le I.D. rappresenteranno la terza di Volkswagen era dopo il maggiolino e la Golf. E tutto il gruppo tedesco conta di vendere entro il 2025 almeno un milione di auto elettriche.

Il piano della marca (e del gruppo VW) si punta a introdurre il modello entry level della gamma I.D. su piattaforma Meb con una cadenza produttiva produzione di 200mila veicoli all’anno. Il piano per l’avvio Verrà discusso durante un board il prossimo 16 novembre. Intanto la controllata Audi sta avviando le vendite il suv e-tron da 600 km di autonomia

GUARDA IL VIDEO / Germania, governo annuncia accordo su rottamazione vecchi Diesel

La strategia di Volkswagen è accelerata dal fatto che diverse città metteranno al bando i diesel nei prossimi anni. Il gruppo di tedesco ha lanciato un piano di investimenti da 34 miliardi.

In Germania le industrie automotive e l’indotto danno lavoro a 436mila persone. In attesa di lanciare la sua nuova gamma di vetture elettriche I.D. anche Volkswagen come altri costruttori sembra porsi il problema di renderli accessibili al grande pubblico che non sembra intenzionato, almeno per ora, ad acquistare un modello elettrico più costoso, ad esempio, di un diesel e con le molte complicazioni che ancora ci sono in tema di ricarica.

L'idea che starebbe maturando all'interno di VW sembra essere quella di arrivare a “prezzare” gli elettrici come gli attuali diesel. Chiare, dunque, le intenzioni del costruttore di Wolfsburg di offrire dei modelli EV come “elettrici per tutti” e ancora di arrivare a vendere milioni di elettriche e non elettriche per milionari. Al punto che partendo proprio da listini accessibili Volkswagen conta di convincere milioni di persone ad acquistare i suoi futuri elettrici.

Un'altra possibilità per rendere accessibili gli elettrici Volkswagen la sta valutando dopo aver notato che i conducenti che utilizzano la loro vettura soprattutto in città e nelle aeree urbane non hanno bisogno di percorrere lunghe distanze. Di conseguenza in futuro potrebbero optare per un elettrico con una batteria accreditata di un rendimento energetico inferiore. Il che farebbe pensare che la famiglia I.D. verrà offerta con più opzioni di batteria e che gli EV con capacità più limitate sarebbero probabilmente quelli con un prezzo più conveniente.

Il primo veicolo elettrico di Volkswagen basato su Meb arriverà nel corso del 2020 e potrebbe essere chiamato I.D. Neo. Volkswagen è stata prudente nel rilasciare le principali specifiche tecniche dei suoi futuri veicoli elettrici, ma ha già confermato che la “famiglia” I.D. disporrà di un pacco batterie modulare che
consentirà un'autonomia minima di poco più di 300 km, ma fino arrivare ad oltre 500 km.

© Riproduzione riservata