Motori24

Skoda Rs, com’è e come va il suv sette posti con il super diesel…

  • Abbonati
  • Accedi
SPORT&UTILITY

Skoda Rs, com’è e come va il suv sette posti con il super diesel da 240 cavalli

Rs, come Rally Sport. Skoda presenta la Kodiaq Rs, il suv che si posiziona al vertice della gamma sportiva del marchio. Motore birtubo da 240 cavalli e un prezzo che parte da circa 49mila euro. Siamo stati a Jerez de la Frontiera (Spagna) per provarla su strada

Dimensioni e design
Le dimensioni sono, inevitabilmente, quelle della Kodiaq “classica”, lunga 4.697 mm, larga 1.882 mm e con un passo di 2.791 mm. La capacità del bagagliaio è di 230 (per sette posti) o di 725 (cinque posti) fino a 1.960 litri. Ricordiamo che la terza fila di sedili per la configurazione a sette posti è a richiesta.
Negli interni sono curati i dettagli anche se stona un po' la plastica del cruscotto davanti al passeggero e sui pannelli porta. I sedili sono un giusto mix tra sportività e comfort. Hanno un rivestimento in Alcantara con logo e cuciture rosse a contrasto. Come sulle auto sportive, la pedaliera ha degli inserti in acciaio.

Tanta sicurezza di serie
Dal punto di vista della sicurezza, sono presenti numerosi sistemi di assistenza alla guida. Dall'adaptive cruise control (funzionante fino a 160 km/h) al Driver Activity Assistant (riconoscimento della stanchezza del conducente) fino al Front Assistant con riconoscimento dei pedoni.
Inoltre, sono presenti sempre di serie il kessy full per apertura/chiusura e accensione/spegnimento senza chiavi, lo smartLink e lo Skoda Care connect.
L'equipaggiamento standard comprende anche gruppi ottici anteriori full Led e gruppi ottici posteriori anch'essi in tecnologia Led. A questo si aggiunge anche la regolazione adattiva dell'assetto (Dcc) che adatta in ogni istante e automaticamente la taratura delle sospensioni alle condizioni della strada o del terreno

Motore da 240 cavalli
Il suv a sette posti della freccia alata monta un motore omologata Euro 6d-Temp
quattro cilindri biturbo diesel 2 litri che sviluppa una potenza di 176 kW (240 cv) e sviluppa una coppia massima di 500 Nm tra i 1.750 e i 2.500 giri. Ha uno spunto 0-100 km/h in 6,9 secondi e raggiunge una velocità massima di 221 km/h.
Questo è abbinato al cambio Dsg a sette rapporti e trazione integrale a controllo elettronico.
Sono sei le modalità di guida (Eco, Normal, Comfort, Sport, Individual e Snow) che permettono di cambiare il carattere dell'auto e anche il sound di bordo. Infatti, grazie al Driving Mode Selection (di serie) è possibile cambiare la modalità di guida che cambia anche in modo marcato la risposta dell'acceleratore e dello sterzo. A questo si aggiunge anche il Dynamic Sound Boost è un sistema (artificiale) finalizzato alla modulazione del sound della vettura. Ricordiamo che si tratta sempre di un suv diesel quindi anche il suo intervento non cambia radicalmente l'esperienza di bordo.
Così questo propulsore è il più potente motore diesel di serie nella storia del marchio di Mladá Boleslav.
Dicevamo biturbo; infatti, il sistema di sovralimentazione è composta da un primo turbocompressore ad alta pressione, con turbina piccola, girante piccola e regolazione delle palette elettrica. Questa struttura garantisce una risposta rapida già ai bassi regimi. Il secondo turbocompressore è un compressore a bassa pressione. Grazie alla sua grande turbina e alla grande girante, agli alti regimi raggiunge una pressione di sovralimentazione nettamente superiore, fino a 3,8 bar.
Il consumo medio dichiarato dalla casa è 6,4 litri di gasolio ogni 100 chilometri.
Questo è abbinato al cambio Dsg a sette rapporti e trazione integrale a controllo elettronico.
Un propulsore che sin da subito ha reso la Kovdiaq Rs un'auto da record: prima del debutto sul mercato avvenuto al Salone dell'Auto di Parigi 2018, ha fatto la differenza sul circuito automobilistico più impegnativo al mondo. Sulla leggendaria Nordschleife del Nürburgring, la pilota Sabine Schmitz ha fatto registrare il record del giro per i suv a sette posti con il tempo di 9:29,84.

Tecnologia di bordo
Ci è piaciuto l'ormai noto Virtual Cockpit da 10,2 pollici con cinque visualizzazioni. Una grafica chiara a precisa che permette di avere sott'occhio le indicazioni del sistema di navigazione e dell'auto senza togliere l'attenzione dalla guida. Inoltre, al centro della plancia è presente il display da 8 pollici di serie (9,2” optional) da cui si può accedere al sistema di infotainment e al navigatore satellitare Amundsen.
Facile e intuitivo nell'uso, è compatibile con Android Auto e Apple Car Play.

Tradizione Rs di casa Skoda
La casa automobilistica ceca trasferisce così la tradizione, maturata in ben 117 anni negli ambiti dell'automobilismo sportivo e del rally, in un nuovo segmento di veicoli e sottolinea questo passo con un nuovo moderno logo Rs, acronimo di Rally Sport. Queste lettere vennero impiegate per la prima volta nel 1974 per i due prototipi da rally: Skoda 180 RS e 200 RS. Da questi prototipi venne sviluppata l'anno seguente la 130 RS, una coupé sportiva nota anche come “Porsche dell'Est”. Un'auto che fece registrare nel 1977 due vittorie di categoria nel leggendario Rally di Monte Carlo e conquistò il mitico Rally dell'Acropoli (Grecia). Nel 2000, con la Octavia RS, il costruttore boemo ha presentato il primo modello di serie con il logo RS.
Quest'anno, a distanza di otto anni, con lo Kodiaq RS ha debuttato a Parigi il nuovo logo RS di colore rosso. Il dinamico suv lo mostra tra sulla maschera del radiatore insieme alla “v” che sta per Victory. Il colore rosso simboleggia la sportività e la potenza della famiglia RS.
Sono sei le modalità di guida che permettono di cambiare il carattere dell'auto e anche il sound di bordo. Infatti, grazie al Driving Mode Selection (di serie) è possibile cambiare la modalità di guida che cambia anche in modo marcato la risposta dell'acceleratore e dello sterzo. A questo si aggiunge il Dynamic Sound Boost che varia il rumore percepito all'interno dell'abitacolo.

Prova su strada
Durate il test su strada abbiamo notato che l'auto cambia abbastanza a seconda della modalità di guida selezionata. Molto morbida e soggetta a rollio in Eco, Normal e Comfort, mentre più precisa e “piatta” nella modalità sportiva. La risposta del motore è buona ma non “cattiva” come ci si potrebbe attendere da un'auto sportiva; infatti, bisogna considerare che il mezzo ha una massa in ordine di marcia imponente (circa 2.500 kg) e risponde alle norme Euro 6d-Temp.
È un suv sportivo adatto a un uso quotidiano grazie alle dimensioni generose e alle soluzioni “clever” di Skoda. Molto lo spazio a bordo con numerosi vani portaoggetti e anche nella seconda fila i passeggeri hanno spazio per le ginocchia.
Nella nuova colorazione blu con la quale è stato presentato Kodiq Rs perché unisce il dna da suv famigliare con la vena sportiva Rs. Infine, i cerchi da 20 pollici donano una presenza su strada importante dando anche un buona impronta a terra e, di conseguenza, una buona tenuta.
Lo sterzo è preciso e molto utile il sistema progressivo. Peccato per i grandi montati anteriori e gli specchietti retrovisori esterni che nelle rotonde limitano la visuale della auto nonostante la seduta alta.
Il prezzo di listino parte da quasi 49mila euro. L'arrivo in concessionario è previsto per il mese di gennaio 2019.

© Riproduzione riservata