Motori24

Ferrari, Stefano Domenicali resta in Lamborghini

  • Abbonati
  • Accedi
AUTOMOTIVE

Ferrari, Stefano Domenicali resta in Lamborghini

John Elkann sarebbe al lavoro per riportare Stefano Domenicali in Ferrari, grazie all'offerta di diventare amministratore delegato al posto di Louis Camilleri. Per il manager imolese sarebbe un ritorno da vincitore, dopo l'uscita di scena nel 2014 quando diede la dimissioni da Direttore della Gestione Sportiva ma soprattutto abbandonando dopo 23 anni la Ferrari dopo la sua assunzione nel lontano 1991. L'indiscrezione, portata alle cronache dal Corriere dello Sport, è di quelle in grado di cambiare i risultati in borsa come dimostra il valore del titolo di Maranello salito dopo i primi articoli sul possibile ritorno. La realtà sembra però molto distante, con Stefano Domenicali saldamente al comando della Lamborghini senza intenzioni di trasferirsi a Maranello.

Domenicali torna in Ferrari? Nessuna conferma
Come riportato dal quotidiano romano, John Elkann avrebbe visto in Stefano Domenicali il profilo ideale capace di trattare con Liberty Media sul Patto della Concordia, l'accordo che regolamenta la divisione dei proventi della Formula 1 e scade a fine 2020, e allo stesso tempo ottenere ottimi risultati in borsa e dare a Mattia Binotto (neo Team Principal della Gestione Sportiva dopo l'addio di Arrivabene) tutti gli strumenti necessari soprattutto in tema di “tranquillità aziendale” per tornare a vincere in pista. Vedremo quindi Domenicali nuovamente in rosso? La realtà sembra molto diversa. Oltre alle conferme arrivate direttamente da Sant'Agata Bolognese ad una nostra precisa domanda, il manager emiliano sta ottenendo risultati superiori ad ogni aspettativa come confermato dal +51% di vendite ottenute da Lamborghini nel 2018. Se da una parte è innegabile l'attaccamento verso la Ferrari, 23 anni di carriera e relativi rapporti personali non vengono cancellati dalle dimissioni del 2014, dall'altra è altamente improbabile che Domenicali lasci un'azienda destinata a crescere nei prossimi anni e che più volte lui stesso ha presentato come una grande famiglia.

© Riproduzione riservata