Motori24

Bridgestone acquista TomTom telematics per 910 milioni di euro

  • Abbonati
  • Accedi
FLOTTE AZIENDALI

Bridgestone acquista TomTom telematics per 910 milioni di euro

Pneumatici e soluzioni digitali formano una nuova forza in campo. Bridgestone Europe, sussidiaria di Bridgestone Corporation nell'area EMEA, ha stretto un accordo con TomTom per acquisire la business unit telematics, per un corrispettivo di 910 milioni di euro.

Nuovi trend sociali, economici e tecnologici stanno velocizzando i tempi del cambiamento nel settore automobilistico e il futuro dei veicoli è connesso, autonomo, condiviso ed elettrico. In questo contesto Bridgestone ha identificato soluzioni di mobilità digitale e per le flotte come una priorità strategica. Ciò è rafforzato dalla crescente importanza delle flotte rispetto ai veicoli di proprietà individuale per il trasporto di persone e merci. L'aumento della domanda nel settore dei trasporti significa che i proprietari e i gestori di flotte devono massimizzare la produttività e ridurre al minimo il costo di proprietà.

Questo ultimo investimento è frutto del lavoro portato avanti da Bridgestone per rafforzare le sue capacità digitali nell'area EMEA. Nello specifico, l'azienda ha sviluppato competenze nella raccolta di dati provenienti da sensori, piattaforme dati e analytics. Ciò ha portato alla creazione di una gamma di soluzioni e applicazioni digitali come Tirematics, Mobox, FleetPulse e Bridgestone Connect.

TomTom Telematics, leader di mercato in un settore in crescita a due cifre, rientra in modo perfetto e strategico con Bridgestone in quanto ha una base di utenti registrati ampia e in crescita di 860.000 veicoli di cui oltre due terzi sono commerciali. Ha un sistema go-to-market personalizzato e un'offerta digitale premium che include WebFleet e NextFleet. Le solide tecnologie che utilizza sono basate sull'analisi dei dati che dipendono da una piattaforma aperta, scalabile, sicura e basata su cloud. Gestisce in media oltre 800 milioni di posizioni Gps, 3.3 milioni di viaggi e 200 milioni di messaggi in arrivo al giorno.

La sua piattaforma consente ai clienti, come flotte commerciali, società di leasing o flotte aziendali, di rendere più efficienti le loro operazioni. Rende inoltre possibili collaborazioni con i produttori di primi equipaggiamenti, grazie alla migliore esperienza di guida.

Il business va verso una crescita futura nell'ambito delle soluzioni per le flotte e lo sviluppo di nuovi modelli aziendali basati sulle capacità dei software.

Bridgestone è partner complementare per accelerare il business di TomTom Telematics. Quest'ultimo, infatti, può attingere al forte patrimonio della marca, alla sua ampia base di clienti, allo status di fornitore preferito per molti dei principali produttori di auto e flotte al mondo, e a 2.600 punti vendita nell'area EMEA. Inoltre Bridgestone porta in dote il suo essere leader di settore per gli investimenti in R&D, e il Digital Garage basato a Roma dedicato allo sviluppo di soluzioni di mobilità digitale.

L'unione di ciò che offrono entrambe le aziende consentirà a Bridgestone di combinare la vendita di pneumatici e soluzioni digitali, raggiungendo una clientela ancora più ampia. Inoltre, l'accesso ai dati migliorerà la fase di sviluppo e testing e favorirà l'innovazione legata ai pneumatici connessi a vantaggio di tutti i clienti, compresi i produttori di primi equipaggiamenti.

Alla chiusura dell'accordo Bridgestone acquisterà tutto il capitale azionario emesso e in circolazione di TomTom Telematics per un corrispettivo di 910 milioni di euro, soggetto alle consuete rettifiche in fase di chiusura.
La transazione dovrebbe essere completata più tardi nel secondo trimestre del 2019 ed è ancora soggetta alle approvazioni normative pertinenti, alla consultazione con gli organismi di rappresentanza dei dipendenti TomTom e all'approvazione degli azionisti di TomTom.

© Riproduzione riservata