Motori24

Volskwagen reinventa la Dune Buggy e sarà elettrica

  • Abbonati
  • Accedi
GINEVRA 2019

Volskwagen reinventa la Dune Buggy e sarà elettrica

Vw  Buggy elettrica
Vw Buggy elettrica

Un ritorno al classico per Volkswagen. Con la Dune Buggy, la concept e-buggy a propulsione elettrica che verrà esposta in anteprima al prossimo Salone di Ginevra (7-17 marzo), l'annuncio ufficiale è arrivato ora dopo i rumours che l'anticipavano qualche mese fa,il costruttore di Volksburg propone lo stile “evergreen” dei vetture per il tempo libero con la tecnologia a batterie e il design di oggi.

La Concept è ispirata alla moda degli anni 60 e 70 nata in particolare negli Stati Uniti e basata allora sulla meccanica del Maggiolino, mentre la nuova Dune Buggy Concept è stata sviluppata sulla piattaforma modulare, Meb, per i futuri modelli elettrici utilizzata già quest'anno per la famiglia I.D. ma anche per gli altri brand del Gruppo Volkswagen.

“Più che un'auto sembra un passeggino. In compenso è pura energia su quattro ruote “ l'ha definita così Klaus Bischoff, responsabile dello stile di tutte le Volkswagen. Dopotutto, il telaio Beetle era già stato utilizzato in passato, su numerosi veicoli di questo tipo, pezzi unici e modelli prodotti in volumi limitati, compresi i modelli con carrozzeria speciale di preparatori come Hebmuller e Rometsch e le “dune buggies” come la Meyers Manx. La stessa Volkswagen stima che siano circa 250.000 i veicoli di questo tipo prodotti utilizzando il telaio della Beetle.

Buggy 1970

Da definire a questo punto quali saranno i piani produttivi di Vw per la Concept di Ginevra o se il Dune Buggy diventerà, invece, la base di un derivato più “consumer-friendly”, magari un crossover in un futuro, però, ancora da definire. Di sicuro la e-buggy dimostra la grande flessibilità della piattaforma per modelli elettrici oltre che le enormi potenzialità del progetto con alla base per l'appunto lo chiassis Meb, anche se per il momento il costruttore non ha ancora fornito indicazioni sulla possibile configurazione del motore e quali batterie sono state scelte per la concept.

Il teaser di questi giorni, tuttavia, mette in evidenza il design intrigante della Buggy, merito soprattutto di una carrozzeria dal colore brillante che evidenzia le forme sinuose oltre a rinunciare alle portiere. In aggiunta, parabrezza e arco di protezione di fatto sostituiscono il tetto tradizionale. E ancora i Led rotondi richiamano i classici fari delle buggy a “stelle e striscie”, mentre l'assetto più rialzato del solito e la gommatura molto generosa e tipica delle vetture da “off-road” sono la soluzione ideale per utilizzare il futuro buggy “stradale” anche lontano dall'asfalto.

VV Buggy Bahia del 1963

© Riproduzione riservata