Motori24

Aston Martin Rapid E, la sportiva inglese ora è elettrica

  • Abbonati
  • Accedi
AUTO ALLA SPINA

Aston Martin Rapid E, la sportiva inglese ora è elettrica

Il motore elettrico entra nel mondo Aston Martin. Al Salone dell'Auto di Shanghai è stata presentata la nuova Aston Martin Rapid E, primo modello 100% elettrico prodotto dal marchio di Gaydon. Prodotta in serie limitata in 155 esemplari, la nuova Rapid E spinta da due motori in grado di generare una potenza complessiva di 610 cavalli e 950 Nm di coppia alimentati da un sistema di batterie a 800 V. Presentata da Marek Reichman, Vice Presidente e Chief Creative Officer di Aston Martin, la nuova Rapide E segue il successo dei precedenti modelli in edizione speciale tra cui Aston Martin Vulcan, la famiglia Vanquish Zagato e DB4 GT Continuation, Rapide E continua a fornire un livello superiore di prestazioni, artigianalità ed esclusività, e allo stesso tempo spinge Aston Martin nel segmento dell'elettrico puro ad alte prestazioni. La prima auto costruita presso lo stabilimento di produzione a St Athan di Aston Martin, rappresenta un primo passo verso il raggiungimento della più ampia strategia di elettrificazione dell'azienda e il successo di Lagonda - il primo marchio di lusso al mondo a emissioni zero.

Aston Martin Rapid E 2020
Entrando nel dettaglio della vettura, i team di progettazione e ingegneria di Aston Martin hanno collaborato per ottenere le prestazioni aerodinamiche ottimali disponibili dall'elegante forma di Rapide. Le tradizionali alette di metallo lasciano il posto a una griglia anteriore a nido d'ape. Con requisiti di raffreddamento inferiori richiesti dal gruppo propulsore EV, gli ingegneri aerodinamici hanno avuto la libertà di ottimizzare l'apertura dell'area frontale, riducendo al minimo il flusso d'aria attraverso il corpo dell'auto, migliorando così l'efficienza aerodinamica della vettura e di conseguenza aumentando la portata. Un sottopavimento riprogettato ottimizza il flusso d'aria dallo splitter anteriore fino al nuovo diffusore posteriore più grande di Rapide E, una caratteristica che ora è interamente dedicata all'aerodinamica grazie alla rimozione del sistema di scarico necessario in precedenza. Nuovi anche i cerchi in lega, abbinati a pneumatici Pirelli P-Zero a bassa resistenza al rotolamento.

Batterie al posto del V12
La novità Aston Martin è alimentata da una architettura a 800 V, come nel caso della Porsche Taycan, con una capacità di 65 kWh Questo pacco batterie su misura si trova dove sono stati posizionati il V12, il cambio e il serbatoio originali da 6,0 litri, con il sistema 800 V che consente una ricarica più efficiente e caratteristiche termiche notevolmente migliorate rispetto alle architetture elettriche esistenti. Questo sistema di batterie alimenta due motori elettrici montati posteriormente producendo una potenza target combinata di poco più di 610 CV e una colossale 950 Nm di coppia. L'autonomia è di oltre 200 miglia con omologazione Wltp, La velocità massima è pari a 155 miglia all'ora, con un tempo inferiore a 4,0 secondi 0-60 mph e un tempo di 50-70 mph di soli 1,5 secondi.

Aston martin Rapid E, interni
Dentro e fuori, Rapide E è equipaggiata con i materiali e la tecnologia che si addicono al primo modello EV della marca. I display analogici sono ormai un ricordo del passato. Un display digitale da 10 “ora è al loro posto, fornendo tutte le informazioni chiave al conducente mentre è in movimento, incluso lo stato di carica della batteria, i livelli di potenza del motore corrente, le prestazioni rigenerative e un calcolatore in tempo reale del consumo energetico. Le strisce di fibra di carbonio sono state distribuite in tutto, aiutando a consegnare i severi obiettivi di peso stabiliti dal team di ingegneri di Aston Martin fin dall'inizio. Estendendo l'esperienza oltre l'auto, un'app dedicata consente di monitorare da remoto le informazioni chiave dell'auto attraverso la quale è possibile visualizzare tra le altre cose lo stato della batteria e il tempo di ricarica, oltre a consentire l'invio delle destinazioni di navigazione dall'app all'auto per una più facile pianificazione del percorso. Sempre tramite app, sarà possibile anche vedere dove l'auto è parcheggiata, con indicazioni di percorso a piedi a piedi fornite per aiutare a ri-localizzarla in luoghi affollati. Infine, è possibile tenere traccia della salute e dello stato di Rapide E dall'app, fornendo promemoria come quando è necessario un intervento importante.
Parlando prima del debutto di Shanghai di Rapide E, Dr. Andy Palmer, presidente and Group CEO di Aston Martin Lagonda, ha commentato: “La presentazione di Rapide E sarà un grande momento per Aston Martin. In qualità della nostra prima auto di produzione completamente elettrica, segna un momento davvero storico. Un momento che indica che Aston Martin è preparato per l'enorme sfida di un futuro ecologicamente responsabile e sostenibile. Come azienda automobilistica non possiamo permetterci di permettere passivamente che quel futuro venga da noi; dobbiamo inseguirlo attivamente. Solo così possiamo imparare e preparare, ma anche preservare ciò che noi sta più a cuore: piloti e appassionati di auto. Ecco perché è stato così importante per me che nell'abbracciare la tecnologia EV non venissero meno quelle qualità uniche che definiscono una Aston Martin. Credo che Rapide E incarni quel desiderio e apra la strada per un futuro estremamente eccitante.”

© Riproduzione riservata