Motori24

Audi Q8, il maxi suv che si crede una coupé

  • Abbonati
  • Accedi
la prova

Audi Q8, il maxi suv che si crede una coupé

La Q8 si basa stessa sulla piattaforma Mlb Evo utilizzata per i mega suv Bentley Bentayga,  Lamborghini Urus e Porsche Cayenne
La Q8 si basa stessa sulla piattaforma Mlb Evo utilizzata per i mega suv Bentley Bentayga, Lamborghini Urus e Porsche Cayenne

Quasi duemila chilometri al volante dell’Audi Q8 ti fanno capire perché la novità dei quattro anelli sia riuscita a conquistare il gradino più alto del suo segmento. Il suv coupé di Ingolstadt, arrivato in concessionaria lo scorso settembre e al momento disponibile in abbinamento al motore Tdi V6 diesel 3.0 286 cv mild-hybrid, ha tutto quello richiesto dalla sua nicchia di mercato.

La presenza scenica non manca, merito delle dimensioni oversize rese più dinamiche dai tratti decisi e dall’altezza ridotta a 171 centimetri, la dotazione hi-tech è al vertice della categoria e il piacere di guida è di riferimento grazie a soluzioni come le quattro ruote sterzanti. Realizzata sulla stessa piattaforma delle blasonate concorrenti Lamborghini Urus e Porsche Cayenne, la Mlb Evo, la Q8 è molto di più della versione coupé della Q7.

Il motivo? Oltre all’abitacolo completamente rivisto grazie alla condivisione dell’infotainment con A8 e A7 Sportback, caratterizzato dal doppio schermo touchscreen, la protagonista della nostra prova si dimostra sportiva anche su strada e si fa apprezzare anche da chi non ha ama i mezzi a ruote alte. Perdonandole uno scarso livello di understatement, complici dettagli come i cerchi da 22” o le luci Led Matrix animate che ti danno il benvenuto quando apri l’auto, la Q8 è diventata la nostra compagnia di viaggio ideale.

Tralasciando l’ambiente urbano, dove i 5 metri di lunghezza per due non giocano a suo favore, tra sedili massaggianti, insonorizzazione degna di una A8 e consumi più che ragionevoli (in media 12 km/litro) vista la mole, abbiamo avuto qualche dispiacere al momento della riconsegna. Il ricco pacchetto di Adas la eleva al livello due avanzato della guida autonoma e la dotazione hardware sarebbe pronta per il livello 3.

Altro punto a favore della Q8 arriva quando si decide di alzare il ritmo su un percorso collinare. Sospensioni attive, 4 ruote sterzanti e il lungo pacchetto di dotazioni riescono a rendere divertente tra i tornanti il maxi suv tedesco, merito anche dei 600 Nm di coppia.

Le noti dolenti arrivano, come tradizione, dal listino. Se per la 50 Tdi servono 78.540 euro, per la versione Sport bisogna aggiungere 9 mila euro che salgono ad un totale di quasi 120 per il modello provato.

© Riproduzione riservata