smartphone

Motorola reinventa il mitico cellulare Razr, ma ora ha il display flessibile

Ritorna il leggendario clamshell, un’icona dei cellulari a conchiglia degli anni 2000. Il marchio Usa di proprietà della cinese Lenovo ripropone il razr e ovviamente dice addio alla tastiera: al suo posto uno schermo pieghevole

di Mario Cianflone


default onloading pic

2' di lettura

Il Motorola Razr V3 è forse stato il più amato smartphone del brand americano, tanto da diventare una vera e propria icona nei primi anni 2000, e diventando il fortunato successore di un altro mito, il famoso Motorola Startac. A 15 anni di distanza, Motorola, che nel frattempo è diventata di proprietà di Lenovo, ha deciso di riproporre lo smartphone a conchiglia, lasciando intatto il nome (ora però proposto con lettere minuscole razr), ma portandolo a un livello tecnologico al passo con i tempi. Il display è infatti flessibile e non c’è più tastiera e schermo invenierati.

Questo si traduce in uno smartphone sempre a conchiglia ma che ora dispone di un display flessibile che si piega a 90 grandi che quando è totalmente aperto ricopre entrambe le facce interne dello smartphone, arrivando a una dimensione pari a 6,2 pollici, con rapporto 21:9. Come da tradizione è offerto anche un piccolo monitor esterno, da 2,7 pollici dove vengono visualizzate tutte le notifiche più importanti senza per forza di cose dover aprire lo smartphone.

Motorola razr, le foto del nuovo smartphone flessibile

Motorola razr, le foto del nuovo smartphone flessibile

Photogallery17 foto

Visualizza

Lo stile “premium” del nuovo razr si evince dalla copertura Corning Gorilla Glass che ricopre sia la parte esterna (realizzata in acciaio inossidabile) sia il prezioso schermo. Una volta chiuso, grazie alle cerniere “zero-gap”, entrambe le facce del display rimangono perfettamente a filo una volta che il razr viene chiuso, lasciando all'esterno polvere e detriti che potrebbero rovinare il display. Razr è idrorepellente, ma non impermeabile, quindi non lo si può immergere in acqua.

Motorola (o Lenovo) ha puntato tutto sul design e sul display flessibile, visto le specifiche tecniche di certo non scaturiranno l'effetto “wow”. Al suo interno si trova un SoC Qualcomm Snapdragon 710 (di fascia media) abbinato a però ben 6 GB di memoria RAM. Lo spazio di archiviazione è pari a 128 GB (non espandibile) mentre quello che lascia un poco perplessi è la batteria da soli 2510 mAh che con un display del genere potrebbe essere sottodimensionata. Quanto meno è prevista la compatibilità con la ricarica “Turbo Power” da 15 Watt. Nella zona posteriore è offerta una sola fotocamera da 16 MP con apertura f/1,7 mentre per selfie è a disposizione un sensore da 5 MP.
In Italia razr sarà disponibile in prevendita a partire dal 4 dicembre, a un prezzo di 1.600 euro.

Per approfondire:
Samsung anticipa il nuovo Galaxy Fold e cresce nell'intelligenza artificiale
Xiaomi, ecco Mi Note 10 con penta camera da 108 megapixel
Ecco OnePlus 7T: display senza rivali ma le dimensioni sono rivedibili

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...