sistemi di camera e senato violati

Movimenti finanziari esteri ed email della P4 In chiusura il filone bis sull’ingegnere-hacker Occhionero

di Ivan Cimmarusti

default onloading pic
(12386)


3' di lettura

Movimentazioni finanziarie su conti correnti esteri riconducibili a Giulio Occhionero, l’ingegnere-hacker sotto processo per «accesso abusivo» ai sistemi informatici di Camera, Senato, ministeri, del sito personale di Matteo Renzi (matteorenzi.it) e dell’ex casella di posta di Mario Draghi alla Banca d’Italia. Un particolare di non poco conto nel secondo maxi filone d’indagine che sta conducendo il sostituto procuratore di Roma Eugenio Albamonte.

L’accesso abusivo ai sistemi informatici pubblici
Gli accertamenti del Centro nazionale anticrimine informatico (Cnaipic) e della polizia postale hanno consentito di individuare i presunti accessi ai sistemi informatici istituzionali (vicenda ad oggi sotto processo a Roma). L’accesso però avrebbe avuto il presunto scopo di carpire informazioni e documenti riservati, che poi sarebbero finiti in server custoditi negli Stati Uniti d’America. Gli inquirenti, però, hanno scoperto che parte di questo materiale «riservato» sarebbe finito anche su email che i magistrati avevano già individuato. Nei documenti investigativi, infatti, si legge che queste caselle di posta elettronica «risultavano essere già emerse nel luglio 2011 nel corso del procedimento della cosiddetta P4».

Loading...

Le email emerse nell’inchiesta sull’associazione a delinquere detta P4
Stando agli atti, sono molteplici gli indizi probatori che «lasciano intendere che la vicenda non sia una isolata iniziativa dei due fratelli ma che, al contrario, si collochi in un più ampio contesto dove più soggetti operano nel settore della politica e della finanza secondo le modalità sin qui descritte (carpire informazioni segrete, ndr)». I documenti fanno riferimento all’esistenza di quattro diverse caselle di posta elettronica utilizzate da Giulio Occhionero per le sue operazioni (purge626@gmail.com, tip848 @gmail.com, dude626 @gmail.com e octo424@gmail. com): stando agli investigatori, le stesse email sono state individuate in un’altra indagine, quella sulla P4 della Procura della Repubblica di Napoli, che ha portato al coinvolgimento di Luigi Bisignani.

La rete di società estere di Giulio Occhionero
Un’inchiesta giornalistica de Il Sole24Ore ha dato un contributo alle indagini della magistratura. In particolare è stata ricostruita la rete di società riferibili a Giulio Occhionero e alla sorella Francesca Maria, tutte domiciliate al civico 207 di Regent Street, nel cuore della capitale britannica. Si tratta delle società “gemelle” Westlands Securities Limited e Westland Securities srl Limited, entrambe ora inattive. Francesca Maria ha ricoperto incarichi in otto società, tra le quali la Westlands Securities Srl, cancellata dal registro delle imprese nel 2015 e trasferita a Londra. Fino ad allora, azionisti della Westlands risultavano la Westlands Securities Limited di Londra con il 49% delle azioni, la Owl Investments (Tci) Limited, domiciliata nelle isole Turks & Caicos, con un altro 49% e Marisa Ferrari, madre di Giulio e Francesca Maria, con una quota del 2%. Ad amministrare l’entità londinese, inoltre, erano un cittadino maltese, John Galea, e una società delle Turks & Caicos, la Carlton Directors Limited. Ma chi controllava la Westlands, che è stata sciolta nel giugno 2014? Se si sale al piano superiore si arriva ancora una volta nelle isole delle Indie occidentali britanniche, fino alla Icsl Trust Corporation. La Westlands Securities Srl Limited, società “gemella” della prima, aveva tre amministratori: uno è Giulio Occhionero, gli altri sono la International Company Services di Malta e la Marashen Corporation del Delaware. Se si sale ancora una volta al livello superiore, si arriva proprio nel Delaware, dove ha sede la Westlands Securities Llc. Impossibile risalire al reale beneficiario e quindi a chi controlla la società.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti