ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTessuti etnici

Moyo skirt declina i tessuti africani in gonne e abiti

Due collezioni e alcune capsule collection da oggi arricchite dai tessuti super wax disegnati nella comunità africana “City of joy” che in Congo aiuta le donne scampate alla violenza

di Paola Dezza

default onloading pic

3' di lettura

Tessuti colorati, fantasie allegre, tessuti preziosi. Sono le gonne Moyo skirts ideate da Anita Sapienza, arricchite oggi anche dai disegni delle donne africane della “Città della gioia”, luogo in Congo dove trovano un futuro le donne vittime di violenza. Qui il produttore olandese di tessuti a stampa wax Vlisco ha avviato una collaborazione e disegnato insieme ad alcune donne cinque fantasie dai colori sgargianti, il ricavato della cui vendita viene donato per avviare una scuola di formazione nel settore tessile.

L’avvio dell’attività

La scelta di avviare una attività monoprodotto la spinge a chiedere il part-time per la sua attività principale, un lavoro in banca in Puglia, a Bari e puntare così sulla moda, l’amore di sempre.

Loading...

Il brand nasce così nel dicembre 2019 e da subito molte sono le richieste che arrivano. Pochi mesi dopo la pandemia da coronavirus impone la scelta del canale di vendita digitale. «Il contatto con ogni cliente si trasforma in un rapporto più concreto - dice Anita -, fatto di consigli e suggerimenti. In fondo ognuna di noi ha i propri complessi, che cerchiamo di superare anche attraverso un abito».

Tessuti di pregio e taglio sartoriale

A contraddistinguere il brand Moyo skirt è la ricerca dei tessuti e la sartorialità. «La mia ricerca è iniziata tramite internet - racconta Anita - poi nel tempo ho trovato diversi fornitori, tra cui una signora italiana che ha casa in Tanzania, dove compra stoffe che poi rivende. Tra i fornitori c’è l’olandese Vlisco».

Anita ha fatto una lunga ricerca di mercato prima di avviare l’attività e ha scelto di produrre capi di una fascia media. «Appassionata dello stile di Odile Jacob e Stella Jean, alle quali mi sono sempre ispirata, ho scelto però di inserirmi in una fascia di mercato di medio livello».

Il prodotto è sartoriale grazie al laboratorio di un giovane professionista, Paolo Angelastri, e ha una facile vestibilità. «Sono partita con una taglia unica che vestisse bene dalla S alla L - spiega Anita - e poi man mano in base alle richieste ho creato una taglia S/M slim, taglia unica e più asciutta, mentre per le taglie superiori dalla 44 abbondante in su realizzo capi su misura. In ogni caso tendo a preferire le edizioni limitate, non mi piace l’idea di creare in serie. Il prodotto deve essere quasi unico per chi lo acquista».

La produzione

Ogni anno la produzione di Moyo skirt si aggira sulle 400 gonne. E adesso la collezione è stata ampliata con gonne, bluse e vestiti. Ma anche nuovi modelli delle gonne per la prossima estate.

«Nell’anno che ho passato chiusa in casa per via del Covid, ho fatto entrare un mondo fatto di donne con le quali si sono creati rapporti che sono diventati stabili - sottolinea Anita -, donne per le quali creo le mie due collezioni primavera ed estate e poi alcune capsule collection. A breve partirà una collaborazione con una ragazza che realizza gonne e bluse con tessuti di recupero, da tovaglie e lenzuola ricamate a mano. Il brand è Amoricamo e la collezione sarà “Amoricamo for Moyo”. Ma altre collaborazioni sono già in essere come quella con Albero Blooms di Roberta Manca, che produce accessori come spille e collane, ma anche ceste di paglia rifinite a mano».

Riproduzione riservata ©

  • Paola Dezzavice caposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti