ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFormaggi freschi

Mozzarella di Bufala Dop, è allarme per i consumi in diminuzione

Il Consorzio: aziende in affanno per i costi elevati, servono misure di sostegno

di Giorgio dell'Orefice

(vpardi - stock.adobe.com)

2' di lettura

La filiera della Mozzarella di Bufala Campana Dop subisce i primi effetti dei rincari di materie prime, inflazione e prezzi nel carrello della spesa. Nel bimestre settembre-ottobre 2022 i consumi di Bufala Campana Dop sono diminuiti, facendo registrare un calo del 4,54% a settembre e del 3,50% a ottobre. Inoltre il trend di novembre è ulteriormente in diminuzione.

La Mozzarella di Bufala Campana Dop è un prodotto che è soggetto a una stagionalità, in primavera ed estate si consuma di certo di più che nei mesi invernali. Le imprese quindi sono preparate a una flessione in questa parte dell'anno tuttavia il trend di ridimensionamento dei consumi che si sta registrando va ben al di là della normale stagionalità della domanda.

Loading...

«Si tratta di un campanello di allarme importante – ha commentato il presidente del Consorzio di tutela, Domenico Raimondo – ed è la conferma di un anno difficilissimo. Rischiamo di vedere azzerata la crescita che, nonostante le difficoltà, il comparto era riuscito a conquistare dall’inizio dell’anno. La resilienza post Covid che abbiamo dimostrato si è scontrata con le conseguenze economiche della guerra, con l’inflazione che galoppa, con un aumento dei costi impensabile, a cui stiamo cercando di fare fronte. Il risultato è un’incidenza significativa sulla redditività del comparto».

Di fatto dopo una prima parte di anno in cui il comparto aveva messo a segno una crescita media del +5%, da settembre in poi le aziende sono andate in affanno e ora richiedono misure di intervento tempestive. «Facciamo nostro - –ha concluso Raimondo – l’allarme già lanciato da Assolatte e dalle associazioni di categoria sull’eccessivo aumento del prezzo del latte vaccino. La filiera bufalina vive una situazione analoga, visto che anch’essa parte da un costo altissimo del latte alla stalla. Una dinamica che in questo momento di difficoltà il mercato non riesce ad assorbire».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti