AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùBanche

Mps ancora sotto pressione in Borsa, verso aumento di capitale iper diluitivo

L'assemblea del prossimo 15 settembre dovrà approvare l'aumento di capitale da 2,5 miliardi. La capitalizzazione di Borsa è attualmente pari a 374 milioni

di Paolo Paronetto

Piazza Salimbeni a Siena, sede del Monte dei Paschi

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Vendite su Banca Mps a Piazza Affari. Le quotazioni della banca senese restano sotto i riflettori in vista dell'assemblea che il prossimo 15 settembre dovrà approvare l'aumento di capitale da 2,5 miliardi. Cifra monstre che si confronta con una capitalizzazione di Borsa attualmente pari a 374 milioni, numeri che rendono più complicata l'operazione, dato che impediranno l'emissione di nuove azioni a sconto rilevante rispetto ai valori al netto del diritto di opzione.

Come riferito da indiscrezioni di stampa, che citano i primi conteggi circolati tra le banche del consorzio di garanzia, non sarà possibile offrire un sconto sul Terp superiore al 13%, «una frazione di quello concesso in casi simili». Prezzi che comporterebbero multipli poco attraenti per i potenziali sottoscrittori: si parla di circa 0,4 volte il patrimonio, valutazione superiore a quella di banche come Banco Bpm e Bper. L'a.d. Luigi Lovaglio proverà quindi a convincere gli investitori istituzionali in una serie di incontri in calendario all'estero nelle prossime settimane e potrebbe puntare, secondo il quotidiano, sull'emissione di azioni a prezzi tanto bassi da costituire in pratica «un'opzione sul rilancio» dell'istituto.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti