ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBanche

Mps, ok Ue a proroga e nuovi impegni dell’Italia

Il via libera era un presupposto fondamentale per procedere all’assemblea che dovrà approvare l’aumento di capitale da 2,5 miliardi

di Luca Davi

(REUTERS)

1' di lettura

Via libera dell'Ue alla rinegoziazione dell'accordo del Mef su Mps. Dg Comp ha infatti dato disco verde alla revisione degli impegni tra la Repubblica italiana e la Commissione europea relativi alla banca con sede a Siena.

La Commissione Ue ha approvato, ai sensi delle norme dell’Ue in materia di aiuti di Stato, una serie di impegni riveduti presentati dall’Italia che vanno a sostituirsi agli impegni iniziali in base ai quali era stata approvata la ricapitalizzazione precauzionale di Banca Monte dei Paschi di Siena.

Loading...

La Commissione, si legge in una nota, ha valutato la richiesta dell’Italia e ha concluso che «la proroga del termine per completare la ristrutturazione della banca e realizzare la vendita della partecipazione dello Stato italiano in Mps è accettabile, e che gli impegni rivisti bilanciano adeguatamente tale proroga».

L’ok europeo, e il positivo completamento dell’iter autorizzativo che comprende anche l'autorizzazione della Bce per gli aspetti di competenza, era un presupposto fondamentale per procedere all’assemblea che dovrà approvare l'aumento di capitale da 2,5 miliardi, 1,6 dei quali arriveranno dal Tesoro stesso, titolare di una partecipazione pari al 64,23% del capitale sociale della banca.

L’assise assembleare verrà convocata dal cda in occasione dell'approvazione dei conti dei primi sei mesi e dovrebbe tenersi verso la metà di settembre.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti