ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBanche

Mps cade in Borsa dopo i conti. Ora focus sul nuovo piano a giugno

Gli analisti di Equita definiscono i conti dei primi tre mesi «in linea con le attese al netto del trading». L'a.d. Lovaglio: «Auspico che il nuovo piano venga percepito correttamente dalla Bce»

di Enrico Miele

(Stefano Scarpiello)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Scivola sui conti il titolo di Banca Mps che sta accelerando al ribasso e nella seduta del 6 maggio è arrivato a perdere oltre il 4%. Le vendite arrivano dopo la trimestrale, diffusa prima dell’apertura dei mercati, chiusa con un utile di 10 milioni, in calo rispetto ai 119 milioni nel primo trimestre dello scorso anno. Anche i ricavi sono scesi a 783 milioni (-4,6%) mentre il margine di interesse è cresciuto di oltre il 15% per gli effetti positivi legati alle aste Tltro. I crediti deteriorati si attestano a 4 miliardi, di cui gli Utp sono 2,2 miliardi in calo dai 2,4 miliardi di marzo 2021. Risultati che gli analisti di Equita definiscono «in linea con le attese al netto del trading». In particolare, l’utile netto risulta superiore alle attese «grazie a utili da trading», mentre l’andamento dei ricavi core è complessivamente «in linea con le nostre stime sia in termini di net interest income che di commissioni». Per il broker, come detto, «la principale sorpresa rispetto alle nostre stime è costituita dai ricavi da negoziazione».

Presentazione del piano fissata per il 23 giugno

Tra le novità, la presentazione del piano industriale fissata per il prossimo 23 giugno, mentre «l’entità dell’aumento di capitale è attualmente stimata in 2,5 miliardi ma soggetta a revisione». Sulla stessa linea gli analisti di Intesa Sanpaolo: «L'unica differenza significativa rispetto alle nostre aspettative è stata sul maggiore reddito da trading, mentre le altre voci di conto economico sono state in linea con le nostre previsioni». Gli esperti di Ca de' Sass ritengono che «l'attenzione del mercato rimarrà sulla presentazione del Business plan il 23 giugno».

Loading...

E su questo aspetto sono poi emersi altri aspetti dalla call: «Auspico che il nuovo piano industriale di Mps venga percepito correttamente dalla Bce, al momento non posso dire che sarà messo tutto a punto ma ci aspettiamo che rifletta le indicazioni della Bce» ha infatti spiegato l'amministratore delegato di Mps, Luigi Lovaglio, precisando che il nuovo piano si concentrerà «su poche priorità» con «un profilo di rischio basso e una redditività sostenibile». Nell'attesa, gli investitori stanno penalizzando il titolo a Piazza Affari.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti