PUBBLICATI I DECRETi

Mps al Tesoro per 3,85 miliardi: avrà subito il 53%, poi il 70%

di Redazione Online

Foto Ansa

1' di lettura

Mps diventa controllata dallo Stato italiano. Il Tesoro, dopo la ricapitalizzazione e la conversione dei bond subordinati in azioni, diventa titolare di una quota del capitale pari al 53,45%. È quanto è possibile calcolare in base ai due decreti del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan pubblicati oggi sulla Gazzetta Ufficiale su Mps. La partecipazione potrebbe però aumentare fino ad un massimo del 70% circa - una volta acquistate le azioni dei piccoli risparmiatori, che dopo la conversione dei bond, che ne facessero richiesta.

Il decreto MPS

Visualizza

Secondo quanto si legge nel decreto, il ministero dell'Economia sottoscriverà l'aumento di capitale precauzionale del Monte dei Paschi per un controvalore di 3,85 miliardi ad un prezzo scontato di 6,49 euro per azione. La sottoscrizione dell'aumento produce effetti da domani. Il conferimento da parte del Ministero sarà completata entro cinque giorni dall'efficacia della sottoscrizione. L'«assegno» del Tesoro sarà di 3.854.215.456,30 euro.

Loading...

Il primo decreto del Mef applica il burden sharing, come previsto sulle emissioni subordinate del Monte dei Paschi, e consente di apportare alla banca un aumento di capitale appunto da 4,47 miliardi che si aggiunge ai 3,85 miliardi sottoscritti dal Tesoro. Il decreto fissa a 8,65 euro il prezzo delle azioni di nuova emissione da attribuire ai bondholder nell'ambito della conversione dei titoli subordinati. La conversione riguarda quattro emissioni di classe1 e sette di classe 2.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti