baNCHE

Mps, al vertice salgono Grieco e Bastianini. La Bce ordina 11 azioni contro i rischi legali

L'assemblea degli azionisti ha votato per il nuovo board. Esito scontato, visto il peso dell'azionista di maggioranza, il Mef, che con il 68% ha il controllo della banca senese

di Luca Davi

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

L'assemblea degli azionisti ha votato per il nuovo board. Esito scontato, visto il peso dell'azionista di maggioranza, il Mef, che con il 68% ha il controllo della banca senese


2' di lettura

Mps volta pagina. Oggi l'assemblea degli azionisti ha votato per il nuovo board. Esito scontato, visto il peso dell'azionista di maggioranza, il Mef, che con il 68% ha il controllo della banca senese. Sì quindi alla lista presentata dal Tesoro, che vede Patrizia Grieco nuovo presidente (in arrivo da Enel al posto dell'uscente Stefania Bariatti) e Guido Bastianini nel ruolo di ceo, in sostituzione del dimissionario Marco Morelli.

Il board, formato da 15 membri e valido per il prossimo triennio, vede 12 membri che fanno capo al Mef e tre indicati dagli investitori istituzionali. Oltre a Grieco e Bastianini, sono confermate nel board anche Francesca Bettio e Rita Laura D'Ecclesia (nominate vice presidenti), mentre di nuova nomina sono Luca Bader, Marco Bassilichi, Francesco Bochicchio, Rosella Castellano, Olga Cuccurullo, Raffaele Di Raimo, Roberto Rao. Confermato, sempre per il Tesoro, Nicola Maione. La lista numero 2 di minoranza, presentata per conto degli azionisti Alleanza Assicurazioni, Eurizon Capital Sgr, Eurizon Capital S.A, Generali Italia, Genertel Life (titolari complessivamente di una partecipazione al capitale sociale della banca pari al 2,4%), vede la conferma di Marco Giorgino mentre entrano Alessandra Giuseppina Barzaghi e Paola De Martini.

L'assemblea, ha approvato il bilancio, che evidenzia una perdita di 1,03 miliardi, ed ha respinto le due azioni di responsabilità contro alcuni amministratori ed ex-amministratori della Banca promosse dal socio Bluebell Partners, con una percentuale del 99,9 per cento.

Il monito della Bce sulle cause legali
Intanto, come riportato da Radiocor, emerge che la Bce ha segnalato al Monte 11 raccomandazioni su azioni da svolgere per migliorare la gestione e il governo del rischio legale. A fronte di un petitum complessivo di 4,8 miliardi – di cui 3,9 miliardi a rischio di soccombenza ritenuto “probabile o possibile” -, Francoforte ha realizzato una lunga ispezione dedicata al rischio operativo durata circa quattro mesi (da gennaio ad aprile 2019). Come emerge dalle risposte della banca date alle domande scritte inviate dai soci per l'assemblea, Bce chiede di migliorare, tra le altre cose, la supervisione da parte del Cda, la struttura organizzativa, il ruolo del risk management, i controlli di primo livello, i meccanismi di reporting e le attività di internal audit. Le undici raccomandazioni vanno attuate da Banca Mps entro tempi definiti che la banca, tuttavia, non rende noti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti