L’infrazione più sanzionata è l’eccesso di velocità

Multe, sanzioni, ammende: a Roma rendono 136 milioni, a Milano 131. Incassi record a Colle Santa Lucia: 3.160 euro pro capite

Fra i Comuni oltre i 200mila abitanti Firenze registra le entrate maggiori pro capite con 138,33 euro. A Verona negli ultimi quattro anni incassi aumentati del 44,81%

di Nicoletta Cottone

Multe, sanzioni, ammende: a Roma incassi per 136 milioni, a Milano per 121 milioni

3' di lettura

Italiani al volante tartassati. Le contravvenzioni stradali? Sono gettonatissime dai municipi italiani. Anche nel corso della pandemia, con il potenziamento della presenza delle forze dell'ordine all'interno delle città per far rispettare le norme anti-contagio. Ma anche per sanzionare i comportamenti scorretti al volante. E hanno un peso rilevantissimo nei bilanci di Comuni piccoli e grandi. Numeri che compaiono alla voce “Proventi derivanti dall’attività di controllo e repressione delle irregolarità e degli illeciti”, inclusa tra le entrate extra-tributarie. I dati sono contenuti nel report di Openpolis «Quanto incassano i Comuni italiani da multe e sanzioni». Multe, sanzioni, ammende pagate.

Le infrazioni più sanzionate: dall’eccesso di velocità al mancato uso della cintura

L’infrazione più multata è l’eccesso di velocità: 564.352 nel 2020

L’infrazione stradale che ha collezionato più contravvenzioni è l’eccesso di velocità: nel 2020 sono state 564.352 le contravvenzioni elevate sulle strade italiane, come risulta dai numeri elaborati da Openpolis su dati della Polizia di Stato. Seguite, a distanza, dal mancato uso della cintura di sicurezza (74.996) o di auricolari o viva voce (39.323). A 33.354 conducenti è stata contestata la velocità pericolosa, a 8.797 la guida sotto l’effetto di alcool. In 5.815 hanno ricevuto una contravvenzione legata all’uso del sistema di illuminazione, 1.774 sull’uso del casco, 859 per guida sotto l’influenza degli stupefacenti, 24 per aver partecipato a gare in velocità.

Loading...
LE INFRAZIONI STRADALI PIÙ MULTATE SONO QUELLE PER ECCESSO DI VELOCITÀ
Loading...

A Roma incassi per 136 milioni, a Milano per 121 milioni

Fra i capoluoghi di regione i maggiori incassi li registra la Capitale. Dai dati elaborati dalla banca dati di Openbilanci emerge che a Roma si registrano oltre 136 milioni di euro di introiti con entrate pro capite per 49.07 euro. A quota 121 milioni c’è Milano (86,71 euro pro capite), seguito da Firenze con 49 milioni (138,83 euro pro capite), Bologna a 42 milioni di euro, 39 milioni a Torino. Una curiosità: Bari, che ha circa 60mila abitanti meno di Bologna e Firenze, incassa solo 9,1 milioni di euro, contro gli oltre 40 milioni che entrano nelle casse delle due città.

Dove gli aumenti hanno inciso di più: a Verona + 44,81%

In generale gli andamenti dei Comuni italiani risultano essere piuttosto simili fino al 2019, con alcune eccezioni. Secondo i calcoli effettuati da Openpolis a Verona negli ultimi quattro anni gli incassi per le multe sono aumentati del +44,81 per cento. Rincari consistenti anche a Firenze (+21,35%) e Bologna (20,12 per cento). Crescita irrisoria a Padova (+0,05%), mentre Milano registra una diminuzione del 25,62 per cento.

In media entrate da 12,62 euro pro capite

In media le amministrazioni comunali italiane hanno registrato entrate pari a 12,62 euro pro capite. I Comuni che hanno in media incassato di più per multe e sanzioni sono quelli liguri (26,76 euro pro capite), quelli veneti (26,69) e quelli pugliesi (21,95). Al contrario, riportano i valori minori le amministrazioni campane (7,23 euro pro capite), quelle sarde (5,47) e quelle molisane (3,87).

GLI INTROITI PER MULTE, SANZIONI E AMMENDE DEI CAPOLUOGHI DI REGIONE
Loading...

A Firenze contravvenzioni pro capite per 138,33 euro

Fra i Comuni con più di 200mila abitanti, Firenze nel 2020 registra le entrate maggiori pro capite con 138,33 euro. Seguono Bologna (106,54), Padova (92,95) e Milano (86,72). Le tre città oltre i 200mila abitanti che incassano di meno pro capite per multe e sanzioni sono Genova (43,08 euro pro capite), Bari (29,15) e Trieste (26), Napoli (23,2) e Palermo (18).

Incassi record pro capite a Colle Santa Lucia: 3.160 euro

Moltissimi i Comuni italiani dove gli autovelox installati sventolando la bandiera della sicurezza riempiono le casse comunali. Comuni sconosciuti che con multe, sanzioni e ammende hanno introiti astronomici. Anche se sono piccolissimi e hanno pochissimi abitanti. Magari grazie a una grande strada a scorrimento veloce vicina. Incassi record si registrano a Colle Santa Lucia, un piccolo comune veneto in provincia di Belluno, nella valle di Fodom, con poco più di 350 anime. In cassa nel 2020 sono entrati 1.128.149,19 euro, che rappresentano entrate pro capite per 3.160,08 euro. Segue Melpignano, Comune del Salento in provincia di Lecce, con poco più di 2.200 abitanti, che porta a casa 4.070.915, 71 euro, con entrate pro capite per 1890,81 euro. In provincia di La Spezia c’è il Comune di Carrodano, che dalle multe incassa 728.330, con entrate pro capite per 1543,07 euro. Seguono Roseto Capo Spulico (Cs) con incassi per oltre 2,33 milioni e entrate pro capite per 1.247,54 euro, Bussi sul Tirino, in provincia di Pescara (in cassa più di 2,5 milioni, pro capite 1.055,06 euro), Carceri, in provincia di Padova (incassi per oltre 1,4 milioni, pro capite 940,61 euro). Poi Lagnasco (Cuneo), celebre per i suoi castelli, Montegiordano (Cosenza), Poggio San Lorenzo (Rieti) e Monastir (nella provincia del Sud Sardegna).

Multe, sanzioni, ammende, gli incassi record pro capite: primo Colle Santa Lucia con 3.160 euro
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti