Primo Piano

Multe valide anche quando il Comune non facilita

1' di lettura

Poche possibilità di far annullare una multa stradale in città per chi si giustifica con mancanze del Comune. Due sentenze depositate il 7 gennaio dalla Cassazione hanno dato torto sia a un automobilista che non aveva pagato la sosta sulle strisce blu il cui parcometro accettava solo monete sia a un altro che non aveva rinnovato il permesso di circolare in una zona a traffico limitato (Ztl).

Nel primo caso (sentenza 277/2022), la Corte ha bocciato il ricorso perché il trasgressore non ha dimostrato al giudice di merito di «aver fatto tutto il possibile per osservare la legge», come richiede la giurisprudenza della stessa Cassazione in fattispecie del genere.

Loading...

Nel secondo caso (sentenza 288/2022), il trasgressore lamentava di non aver rinnovato il permesso Ztl perché il Comune non gli aveva inviato la consueta comunicazione di promemoria. La Corte afferma che l’ordinaria diligenza lo avrebbe messo in condizione di mettersi in regola. Ma non nega in assoluto la possibilità di far annullare il verbale, dimostrando che ci si è affidati a una lunga consuetudine del Comune. Invece qui il trasgressore aveva mostrato un solo avviso, risalente ad anni prima.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti