ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSTATI UNITI

Muro con il Messico, Trump stasera parla a reti unificate alla nazione

dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam


Shutdown Usa, Trump pensa a muro di acciaio ai confini

2' di lettura

NEW YORK - Donald Trump vuole il muro tra Stati Uniti e Messico. Stasera alle 9 americane (le 3 di notte italiane) nel prime time, dallo Studio ovale della Casa Bianca parlerà alla nazione in un discorso televisivo a reti unificate. E giovedì volerà al confine con il Messico per incontrare tutti «quelli che sono in prima linea sul fronte della sicurezza nazionale e della crisi umanitaria» dei migranti, e per ribadire la sua proposta di creare una barriera da 5,7 miliardi di dollari. Non sarà un muro in cemento, ma una barriera in acciaio lunga circa 3100 chilometri, «più forte e meno invasiva», ha detto in un tweet. Un muro di pali in acciaio con il quale spera di convincere i democratici a finanziare l’opera. E per uscire dallo shutdown, il blocco dei finanziamenti al governo federale, che si candida a diventare il più lungo della storia americana, con oltre 800mila dipendenti pubblici senza stipendio da 18 giorni.

Camera Usa vota per fine shutdown, ma non approva fondi per muro

Se non si arriverà a un accordo Trump ha minacciato di voler proclamare un'emergenza nazionale pur di costruire il muro. Ma i democratici respingono quello che ritengono essere un ricatto: prima facciamo ripartire il governo, dicono loro, e poi discutiamo della sicurezza al confine. «L'impressione che si ha di Trump è che vorrebbe non solo chiudere il governo e costruire un muro ma anche abolire il Congresso, in modo che l’unica voce che conti sia la sua», ha denunciato la neo speaker della Camera, Nancy Pelosi.

I democratici per evitare il perdurare del blocco delle attività amministrative puntano ad approvare singole leggi di finanziamento per le attività federali essenziali. I repubblicani non vogliono stralciare il capitolo dei fondi per il muro come richiesto dal presidente. In caso di stallo, Trump potrebbe davvero arrivare a dichiarare l’emergenza nazionale, come era stato per costruire strutture in Iraq e Afghanistan. Ma anche qui i democratici sono pronti a sfidare il presidente sul piano giuridico. «Trump – ha detto il presidente della Commissione Difesa della Camera – dovrà spiegare agli americani dov'è l’emergenza». Lo farà stasera in diretta tv. I presidenti americani in passato hanno utilizzato il discorso in diretta tv a reti unificate nei momenti importanti per la vita del Paese. L'ultima volta che la Casa Bianca aveva chiesto di interrompere la programmazione televisiva nel prime time era stato quando Barack Obama aveva annunciato la morte di Osama bin Laden.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...