ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAcquisizioni

Musica dal vivo, Radar Concerti rilevata da All Things Live Group

L’agenzia italiana specializzata in alternative rock entra a far parte del gruppo scandinavo. Riccitelli e Pompeo restano al timone

di Francesco Prisco

Il Cinzella Festival, organizzato in collaborazione con Radar Concerti

2' di lettura

All Things Live Group, agenzia di promoting scandinava, entra nel mercato italiano della musica dal vivo rilevando Radar Concerti, società di Giorgio Riccitelli e Fabrizio Pompeo specializzata in alternative rock e indie internazionale. Fondata a dicembre 2018 a seguito dell’acquisizione da parte di Waterland Private Equity delle principali società nordiche di intrattenimento dal vivo in Danimarca, Norvegia e Svezia, All Things Live si è espansa in Finlandia e Belgio. Conta più di a più di 175 impiegati e copre lo spettro completo che va dagli artisti locali norvegesi alle produzioni musicali svedesi, fino agli eventi stand-up danesi e ai concerti negli stadi con artisti internazionali del calibro di Rolling Stones, Rammstein, Green Day e Eminem.

All Things Live rappresenta 400 artisti locali in esclusiva, promuove circa 7mila eventi locali einternazionali per più di 2.3 milioni di biglietti venduti all’anno e continua ad accrescere il suo attuale portfolio di partnership con grandi clienti corporate. Radar ha uffici a Milano e Roma e rappresenta in Italia, tra gli altri, artisti come Idles, BadBadNotGood, Central Cee, Future Islands, Libertines, Masego, SAINT JHN e Slowthai, The XX, Fka Twigs, Bonobo, Grimes, Charlotte Gainsbourg, Chvrches, M83, oltre ad avere un roster di artisti italiani in ascesa come Studio Murena, Iside, Memento, Melancholia e HÅN, MÒN.

Loading...

Pompeo continuerà nella sua gestione quotidiana dell’attività al fianco di Giorgio
Riccitelli. «Siamo davvero entusiasti di annunciare la nostra unione alla famiglia All Things Live. Insieme siamo sicuri di riuscire ad accelerare lo sviluppo di Radar Concerti costruito sui successi che sono stati raggiunti negli ultimi anni. Con il team di All Things Live abbiamo avuto un grande e fruttuoso dialogo e non vediamo l’ora di diventare parte della compagnia di intrattenimento leader nei paesi nordici e contribuire alla realizzazione delle ambizioni internazionali della partnership». Secondo Riccitelli, Radar «ha costruito un forte posizionamento nel mercato italiano basato sulle esperienze nazionali e internazionali nell’intrattenimento musicale, e continuerà a trovare i migliori talenti della scena indie costruendo una solida piattaforma per All Things Live nel mercato italiano, e sfruttando i nostri forti legami con agenti, promoter, media-partners e artisti». Il ceo di All Things Live Group Kim Worsøe sottolinea come «il team di Radar Concerti, con le sue solide piattaforme e relazioni, costituisce un perfetto trampolino di lancio per la nostra ambizione di lasciare un segno come All Things Live nel mercato italiano. Siamo quindi lieti di dare il benvenuto a Radar Concerti e ai loro artisti e non vediamo l’ora di far crescerne l’attività insieme ai suoi talentuosi proprietari e dipendenti».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti