AUTO ALLA SPINA

Mustang Mach E, debutta il suv elettrico sportivo di Ford che sfida Tesla Model Y

La casa dell’ovale blu trasforma il nome della leggendaria sportiva Mustang in una gamma di nuovi modelli e arriva il primo suv elettrico che sfida il futuro crossover Tesla e le attuali Jaguar I-Pace e Audi e-Tron

dal nostro inviato Mario Cianflone


Ford Mustang Mach E suv elettrico sportivo

5' di lettura

LOS ANGELES. Una rivoluzione doppia, anzi per alcuni, addirittura una doppia eresia: una Ford Mustang formato suv e per di più elettrica. Un chiaro segno dei tempi che cambiando velocemente e della transizione industriale in corso. La nuova vettura elettrica ha debuttato ieri sera a Los Angeles, si chiama Mustang Mach E, arriverà sul mercato a fine 2020 e porta al debutto una serie di innovazioni tecnologiche. Ma è anche un cambiamento nelle politiche di marketing, visto che questo nuovo modello è il primo di una gamma Mustang, che cessa così di essere solo il nome di una icona sportiva, la famosa muscle car americana che calca le scene dal 1964, per diventare una famiglia di prodotti prestazionali interpretati ora in chiave elettrificata e dove il brand dell'Ovale blu è in secondo piano.

In questo la casa di Dearborn sta attuando una strategia di naming per le elettriche premium simile a quella di altre case come Audi che ha scelto il category brand e-tron o Mercedes che ha inventato EQ. Ma torniamo alla vettura e alle sue specifiche tecniche.

Il powertrain e la batteria
Mustang Mach E sarà disponibile con due diversi pacchi batteria agli ioni di litio: uno entry level da 75,7 kWh (Standard Range, SR) e (Extended Range, ER, da 98,8 kWh: il primo composto da di 288 celle tipo pouch (a sacchetto) dovrebbe offrire un'autonomia teorica di 450 km (secondo il ciclo WLTP) e pacco batterie in due livelli, mentre il secondo con 376 celle dovrebbe garantire una percorrenza massima di 600 km sempre secondo il protocollo WLTP.

LEGGI ANCHE: Ford, il futuro è elettrificato. Dalla nuova Kuga al Transit elettrico

Mustang Mach-e, tutte foto del megasuv elettrico Ford

Mustang Mach-e, tutte foto del megasuv elettrico Ford

Photogallery30 foto

Visualizza

La vettura sarà disponibile sia a trazione posteriore, per offrire un feeling di guida “selvaggio” coerente con il Dna sportivo di una vera mustang, sia a trazione integrale. Due powertrain disponibili per la versione RWD a trazione posteriore: da 258 cv (190 kW) oppure 285 cv (210 kW) a secondo della capacità della batteria (SR o ER).

La versione a trazione integrale con due motori offre complessivamente tre livelli di potenza: 258 cv (190 kW), 337 cv (248 kW) e infine 465 cv (342 kW). Quest'ultima configurazione che offre ben 830 Nm di coppia massima, dà origine alla versione super prestazionale GT che accelera da zero a 100 km/h in meno di 5 secondi.

GUARDA IL VIDEO: In Svezia strade hi tech per ricaricare le auto elettriche

Lo stile esterno
Lo stile di questo suv a zero emissioni è aderente all'immagine ideale di una Mustang: linea slanciata, spalle muscolose al posteriore a simboleggiare la capacità dinamica del veicolo e muso scolpito e aggressivo con il classico shark nose, il muso da squalo tipo mustang e delle Ford più recenti. All'anteriore, la calandra è chiusa (non serve raffreddare un radiatore) tuttavia è molto scolpita con inserti neri laterali, per creare un'espressione frontale da macchina cattiva degna di una vettura sportiva ed emozionale. Le dimensioni non sono eccessive: Mustang Mach E è lunga 4.712 mm, larga 1.881, alta 1.597mm e il passo è pari a passo 2.984 millimetri.

Gli interni e l'infotainment
Mastang Mach E offre, da un primo contatto a bordo, interni ampi, abitabili e confortevoli nonostante le dimensioni non eccessive. La plancia vede la presenza di un cluster strumenti davanti al guidatore. La vettura porta al debutto il nuovo sistema Sync per l'infotainment, sempre basato sul sistema operativo QNX. Il display da 15,5 pollici, verticale e montato in modalità floating, dà accesso a tutte lee funzioni della vettura, con una porzione inferiore fissa con i comandi del climatizzatore sempre in evidenza e che fanno leva su una manopola rotonda fisica che però lavora digitalmente. L'interfaccia utente è stata radicalmente ripensata ed è molto moderna ed intuitiva grazie a una struttura grafica che elimina i classici menù complicati, rendendo più facile l'accesso alle diverse funzioni attraverso i comandi touch e pinch&swipe.

Inoltre, il sistema è compatibile con Android Auto e Car Play per l'integrazione con gli smartphone. E qui si nota lo sforzo di far coabitare questi sistemi con l'interfaccia proprietaria del nuovo Sync di quarta generazione. Il sistema è il frutto di un team di sviluppatore che ha lavorato con un approccio da start up software e non con quello di un car manufacturer. Tra le innovazioni anche la funzione smarphone as a key, che permette di usare device iOs o Android come chiave condivisibile.

Il collocamento di mercato e i competitor
Mustang Match E (negli Usa Mach-E) rappresenta l'inizio di una nuova era dell'Ovale Blu ed è uno dei 14 veicoli elettrificati che verranno lanciati in Europa, entro la fine de1 2020.

Ford con il Suv elettrico firmato Mustang ingaggia una ampia rosa di competitor. Innanzitutto il prezzo: che a seconda delle versioni spazierà indicativamente tra 45mila e 60 mila euro, quindi un livello inferiore a quello di concorrenti come Jaguar i-Pace. E anche questo fa parte del Dna di Mustang: offrire vetture prestazionali a prezzi abbordabili. Nel mirino di Ford c'è la futura Tesla Model Y ma anche i futuri modelli Volkswagen della gamma Id. a livello di autonomia e di prestazioni poi sfide supercar alla spina come la Porsche Taycan e la sua attesa variante Cross Turismo. L'ambito di elezione di Mustang Mach-E non è nel premium ma nel segmento nascente delle auto elettriche potenti e versatili anche nell'utilizzo quotidiano in termini.

Mustang Much E è la punta di diamante di una strategia di elettrificazione composta da modelli Bev, 100% elettrici, o ibridi (mild e plug-in) che punta a una trasformazione industriale imponente per il gruppo americano.

«L'elettrificazione sta rapidamente diventando la scelta prevalente. Pertanto stiamo aumentando in modo sostanziale il numero di modelli elettrificati e opzioni di propulsione per soddisfare tutte le esigenze dei nostri clienti - ha affermato Stuart Rowley, President Ford of Europe - Facilitando al massimo il passaggio a un veicolo elettrificato, prevediamo che la maggior parte delle nostre vendite di automobili saranno con motori elettrificati entro la fine del 2022».

Non va dimenticato nell'ambito sull'elettrico Ford e Volkswagen lavorano insieme in una partnership allargata alle auto elettriche e alla guida autonoma. Volkswagen condividerà con Ford la piattaforma Meb per le vetture 100% elettriche. L'obiettivo è ridurre gestire i costi esorbitanti legati alle nuove tecnologie. Ford utilizzerà la piattaforma Meb Modular Electric Toolkit (su cui il gruppo tedesco ha iniziato a investire nel 2016 e per cui ha speso circa 7 miliardi di dollari all'interno di un piano di elettrificazione da 44 miliardi). L'ovale blu produrrà nei prossimi sei anni oltre 600mila vetture basate su Meb e in cambio Vw otterrà una remunerazione degli investimenti fatti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...